Milan-Benevento, Pioli: “Vittoria che ci prepara al prossimo incontro, ecco cosa servirà”

il tecnico del Milan, dopo il successo sul Benevento e la qualificazione alla prossima Champions League

Milan

Le dichiarazioni del tecnico del Milan, dopo il successo contro il Benevento.

Milan

A margine del successo di San Siro, il tecnico del Milan, Stefano Pioli, ha analizzato il match contro il Benevento, ai microfoni di MilanTV nel post partita dell’anticipo delle 20.45 valevole per la trentaquattresima giornata di Serie A, contro le streghe. Di seguito le parole del tecnico rossonero.

VIDEO Serie A, la mossa Champions di Pioli: ecco come potrebbe cambiare il Milan

“La squadra è stata brava ad affrontare bene la partita dal punto di vista mentale. Voleva reagire, dimostrando di non essere quella delle due sconfitte. Siamo giovani e bisogna abituarsi a superare le difficoltà; io sono veramente convinto che queste difficoltà ci aiuteranno a crescere in modo importante”.

SEGNALI POSITIVI – “Da tutti gli aspetti positivi dobbiamo prendere qualcosa, che siano motivazioni ed emozioni di squadra o dei singoli da trasformare in energia. Conterà solamente dove saremo il 23 maggio. Volevamo e speravamo di essere qui a giocarci la Champions e ora dobbiamo essere lì attaccati con determinazione e concentrazione. Questa vittoria ci aiuterà a preparare al meglio la prossima partita molto stimolante, molto motivante e che peserà molto sulla classifica”.

OCCASIONI CONCESSE – “Credo che quella sia una delle situazioni in cui dobbiamo trovare più compattezza e solidità. Non siamo stati oggi così alti e aggressivi, pur essendo schierati bene sotto palla e alcune volte puoi lasciare qualche marcatura sugli inserimenti; non essere così attenti e precisi ti può creare qualche difficoltà che poi puoi pagare a livello mentale: dobbiamo essere più attenti, precisi e solidi”.

OCCASIONI SPRECATE – “È chiaro che una squadra che riesce a creare 11 occasioni da goal significa che si è mossa bene e ha giocato con qualità, ma ora è il momento di crearle e di portarle a casa: dobbiamo ora essere più concreti, più cinici e determinati. Il livello di attenzione per la prossima gara dovrà alzarsi”.

IMPATTO SULLA GARA – “Siamo stati bravi a livello mentale, perché potevamo scendere con timore, tensione e nervosismo. La squadra è stata lucida con un piano chiaro su come prendere le posizioni: da questo punto di vista abbiamo fatto bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy