Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

mixed zone

Palermo-ACR Messina, Raciti: “Nel primo tempo meriti dei rosa. Piovaccari top”

Palermo-ACR Messina, Raciti: “Nel primo tempo meriti dei rosa. Piovaccari top”

Le dichiarazioni di Ezio Raciti, tecnico dell'ACR Messina, al termine della gara tra i peloritani e il Palermo

⚽️

Secondo pareggio consecutivo per l'ACR Messina, punto prezioso ottenuto stavolta nel derby siciliano contro il Palermo. Finisce 2-2 al "Renzo Barbera", i giallorossi si trovano in doppio svantaggio dopo i primi quarantacinque minuti, reti di Brunori e Valente. Messina che cambia volto nella ripresa, grazie anche ai cambi operati dal tecnico Raciti. I peloritani non demordono e trovano prima la rete che accorcia le distanze con Goncalves, poco più tardi arriva il pareggio con Marginean.

Queste le parole di Ezio Raciti in conferenza stampa, al termine del match:

"I ragazzi sono rimasti tranquilli, la partita aveva preso una piega che potevamo modellare solo in maniera positiva. Quando si ha una squadra giovane può succedere che si faccia un primo tempo del genere. I cambi sono stati importanti, con l'ingresso di giocatori di esperienza che possono dare certamente una mano ai più giovani. Piovaccari ci ha dato esperienza e profondità, giocando a due davanti possiamo certamente avere qualche opzione in più. Il ragazzo aveva solo 45 minuti nelle gambe e per questo è entrato dopo. Abbiamo fatto un mercato importante, e tutti i giocatori arrivati ho dovuto giocarli un po' alla volta. Quando staremo tutti bene potremmo trovare esperienza, equilibrio e fiducia per fare un buon girone di ritorno. Modulo? Abbiamo fatto una scelta, quella di prenderli alti. Nel primo tempo non ci siamo riusciti per merito del Palermo, con la nostra reazione davvero importante contro una squadra fortissima. Il modulo conta poco rispetto alla testa. Molti giocatori sono arrivati ieri, altri si sono uniti al gruppo oggi, era difficile mettere tutti in campo dall'inizio o schierare una formazione diversa. Non è nella mia mentalità essere difensivista, ma il modulo conta poco ripeto. Determina la testa, così com'è stato nel secondo tempo. abbiamo rischiato e alla fine meritato il pareggio. Sapevamo di avere tre partite molto difficili davanti, perché oltre che col Palermo giocheremo anche con Bari e Foggia. pensiamo una partita alla volta, e oggi ci prendiamo autostima e fiducia. Ho detto ai ragazzi di dare tutto, ed ero convinto che se fosse stato così avremmo ripreso la partita, così infatti è stato. Questo è un campionato strano. Per via del Covid i giocatori si fermano, stanno per un periodo lontani dalla squadra. Questo ha fatto si che la condizione sia un po' calata. Stiamo comunque lavorando bene, oggi è scattata la molla quando ho detto che non era possibile concedere un primo tempo del genere. Sapevo che il secondo tempo potesse essere determinante, è stato importante aggiungere forze nuove alla squadra".

 

tutte le notizie di