Barcellona, Koeman: “Vogliamo la Supercoppa. Messi? Non so se potrà giocare la finale”

Le dichiarazioni dell’allenatore del Barcellona Ronald Koeman

Koeman

Ronald Koeman ha la concreta possibilità di conquistare il suo primo titolo da allenatore del Barcellona.

Supercoppa di Spagna, il Barcellona non stecca: battuta la Real Sociedad e finale acquisita, ora tocca al Real Madrid

Sono in programma in questi giorni le Final Four che incoroneranno la ‘regina’ del calcio spagnolo, con i blaugrana che sfideranno prossimamente la vincente della sfida tra Real Madrid e Atletico Bilbao, in programma questa sera alle ore 21.00, in una finale dalle grandi emozioni. I blancos sono a caccia del bis: dopo aver vinto la scorsa edizione, la compagine di Zinédine Zidane vorrà replicare il successo. Prima, però, dovrà battere i baschi, che non vincono contro i madrileni dal 2015.

Koeman

In caso di vittoria, Barcellona e Real Madrid torneranno ad affrontarsi, pronte a conquistare la Supercoppa di Spagna. Tuttavia, chi potrebbe saltare la finalissima è Lionel Messi, alle prese con un problema alla caviglia. Di seguito, le dichiarazioni rilasciate da Koeman al termine della partita contro il Real Sociedad.

E ‘stata una grande partita, entrambe le squadre l’hanno affrontata con tanta intensità. Avendo giocato contro un avversario di questo calibro era normale ci fossero occasioni per tutti. I rigori poi ci hanno regalato il passaggio del turno. Avevo quattro nomi scritti sul foglio dei rigoristi e ho chiesto chi volesse tirare il quinto. Riqui non ha esitato e l’ha calciato benissimo. È vero, per chi non ha mai giocato una semifinale la partita intensa di oggi è stata importante, si ottiene esperienza. Anche con gli stessi calci di rigore. È importante migliorare le cose giorno dopo giorno e acquisire fiducia. Per vincere i rigori devi avere un grande portiere. Ter Stegen ha fermato i primi tre, è stato decisivo. Non mi interessa chi affronteremo, adesso vogliamo vincere”, sono state le sue parole.

VIDEO Barcellona, Ter Stegen Superman: che parate in allenamento del portiere tedesco!

Koeman

L’allenatore olandese si è poi soffermato sulle condizione della Pulga: “Messi? Bisognerà aspettare e valutare con lo staff medico per vedere se potrà giocare la finale. Araujo penso che in poco tempo stia migliorando molto, soprattutto grazie alla sua calma e alla sua personalità in difesa anche palla al piede. Ritengo che sia sulla giusta strada. Bisogna lavorare giorno dopo giorno, soprattutto essendo giovane, come Mingueza. Sono loro il futuro del club: è necessario tenere i piedi per terra ed essere umili. E’ fondamentale. Dembélé fisicamente sta molto bene, si è ripreso alla grande dall’infortunio. Ci dà tanto con la sua profondità, il suo uno contro uno fa la differenza. Primi calci di rigore da allenatore? A volte non è semplice perché i giocatori sono esausti. Devi essere calmo e fiducioso. L’unico messaggio che ho dato ai tiratori è di non esitare. E’ importante scegliere un lato senza avere alcun tipo di dubbio“, ha concluso Koeman.

Barcellona, Joan Laporta sicuro: “Se vinco le elezioni Messi può restare. Lionel all’Inter? Avanzarono un’offerta”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy