Lazio, Lotito: “Mercato? Non siamo un supermarket, già rifiutati 110 milioni di euro”

Lazio, Lotito: “Mercato? Non siamo un supermarket, già rifiutati 110 milioni di euro”

Le parole del presidente della Lazio Claudio Lotito si sofferma sul tema mercato e sul futuro di Milinkovic-Savic

Milinkovic-Savic è uno dei giocatori che fa più gola ai top club europei.

La Lazio, ed in particolar modo il presidente Claudio Lotito, è pronta ad un vero e proprio braccio per trattenerlo o – quantomeno – strappare la cifra più alta possibile. Proprio il numero uno biancoceleste, a margine del premio Pietro Calabrese, ha parlato del futuro di Milinkovic Savic.

Lotito è stato categorico: “Ho letto su un giornale “Supermarket Lazio”. Mi sono messo a ridere, non mi risulta che io abbia messo in vendita nessuno. In passato non bussavano, oggi è diverso. Se vale più di 100 milioni? Ho rifiutato 110 milioni il 29 di agosto (probabile riferimento ad un’offerta per Felipe Anderson, ndr). Qui non faccio il mercato. Oggi la Lazio è una società solida, dal punto di vista finanziario non ha problemi e può guardare al futuro con tranquillità e ascesa. Il pallone è legato a tanti fattori imponderabili”.

L’assioma “più spendi più vinci” penso di averlo ribaltato, parlando di calcio didascalico e moralizzato – prosegue Lotito –  La cosa più importante è stata aver riportato nelle ultime tre partite 70mila tifosi allo stadio. La società ha riacquistato la propria gente. C’è un programma e un progetto che può portare grandi risultati con umiltà, dedizione e spirito di gruppo. Noi abbiamo un ruolo delicato: i presidenti coltivano sentimenti e passioni comuni. Noi abbiamo l’obbligo di preservare questo patrimonio, tramandando e insegnando i valori ai giovani“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy