Lazio-Celtic, Parolo: “Sconfitta che ci condanna terribilmente, ecco cosa ci è mancato…”

Lazio-Celtic, Parolo: “Sconfitta che ci condanna terribilmente, ecco cosa ci è mancato…”

Il centrocampista della Lazio ha commentato la sconfitta subita contro il Celtic in Europa League

Brutta sconfitta per la Lazio.

Tra le mura dello stadio Olimpico è andata in scena la sfida tra la Lazio e il Celtic, valida per la quarta giornata dei gironi di Europa League: i biancocelesti erano passati in vantaggio grazie al gol del solito Ciro Immobile, ma gli ospiti hanno riportato il risultato in parità con la rete di Forrest. In pieno recupero però gli scozzesi hanno trovato il gol della vittoria con Ntcham, che ha regalato ai suoi compagni di squadra la qualificazione ai sedicesimi di finale.

Europa League, Lazio-Celtic 1-2: scozzesi ai sedicesimi, ad Inzaghi serve un miracolo

Si complica drasticamente il cammino degli Aquilotti, che per ottenere il passaggio del turno devono compiere un vero e proprio miracolo vincendo entrambe le gare rimaste e sperando che il Cluj, che ha vinto contro il Rennes, non ottenga lo stesso risultato.

Europa League, la Lazio sconfitta all’Olimpico: i biancocelesti conquistano i sedicesimi se…

Al termine del match il centrocampista della Lazio, Marco Parolo, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, esprimendo la sua delusione per la sconfitta subita e scusandosi con i suoi tifosi per l’ennesima partita persa in rimonta: “Siamo partiti bene, poi ci siamo rilassati e hanno trovato il pari sulla prima occasione. Poi nella ripresa siamo stati bravi come il loro portiere. È stata come l’andata e questa sconfitta ci condanna terribilmente. Dispiace moltissimo. Non siamo inferiori, ma il campo non l’ha dimostrato. Le molte gare non sono un’attenuante. Ci sta concedere qualcosa, ma fisicamente abbiamo tenuto botta. Purtroppo è la seconda volta che creiamo più di loro, ma perdiamo. In Europa concedi poco e ti puniscono, magari in Italia non è così. Oggi è stato bravo il loro portiere e qualche imprecisione nostra. Ci è mancata la cattiveria e la voglia di vincerla, ma non la cattiveria“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy