Porto-Juventus, Conceicao: “Match strategico, Chiellini? Vi dico perché in difficoltà. Gara di ritorno? Ho la mia idea”

Il tecnico del Porto, Sergio Conceicao, al termine del successo contro la Juventus

porto-juventus

Il tecnico del Porto, Sergio Conceicao dopo il successo contro la Juventus.

porto-juventus

Intervenuto ai microfoni di “Sky Sport” dopo il successo per 2-1, nel match degli ottavi di finale di Champions League contro la Juventus, il tecnico del Porto, Sergio Conceicao, ha commentato la vittoria interna contro la squadra bianconera allenata da Andrea Pirlo. Di seguito le dichiarazioni dell’allenatore portoghese.

VIDEO Porto-Juventus, Cassano in tackle: “CR7? E’ inadatto al gioco di Pirlo”

“Arrabbiato per il gol subito? Sì, dispiace per il gol. Fino al settantesimo abbiamo bloccato la Juve, abbiamo fatto difensivamente una prova di buon livello. Sapevamo di potergli creare difficoltà con una pressione alta, bloccando i punti forti della Juve, che sono tanti. Sapevamo che Rabiot è un giocatore importante, Chiesa è bravo nell’uno contro uno, hanno tanti punti forti. A livello strategico è stata una buona partita, ma siamo solo a metà, perché manca ancora una partita. Dobbiamo essere forti in ogni momento della partita per ottenere la qualificazione ai quarti di finale”.

VIDEO Porto-Juventus, dalle mani in testa alle proteste: tutte le facce di Ronaldo dopo il ko al ‘do Dragao’

CENTROCAMPO OK, UN SOLO ERRORE NEL GOL BIANCONERO – “Anche il terzino ha preso spazio, ma ci sono anche i meriti dell’avversario. C’è un’altra partita da fare, dobbiamo continuare così, concentrati in ogni momento della partita, perché al minimo errore rischi di prendere gol. Fino al settantesimo la Juve non ha creato quasi niente, Marega ha preso Rabiot e l’ha bloccato, Chiellini aveva difficoltà a livello di costruzione di gioco. È stato un bel lavoro dei giocatori, abbiamo fatto una bella partita, seppur non spettacolare, perché dovevamo difendere e contro la Juve bisogna fare così”.

VIDEO Porto-Juventus, Da Homer a Oronzo Canà: Bentancur, quanti sfottò sui social dopo la papera al ‘do Dragao’

IL MATCH DI RITORNO – “Allenare in Italia? Non si sa mai (ride, ndr). Dicevo: dobbiamo essere rigorosi a livello difensivo, sarà una partita diversa. La Juve dovrà rimontare, ma questo non significa che andremo là per difenderci e basta. Dovremo vedere anche chi giocherà, se le caratteristiche dei giocatori saranno diverse a livello di dinamica ci sarà qualche differenza. Ma noi studieremo la Juve e faremo il meglio per passare il turno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy