Paolo Rossi e il consiglio a Dybala: “Sposarsi? No, i tempi sono cambiati. La Juventus non si esprime mai a caso…”

Paolo Rossi e il consiglio a Dybala: “Sposarsi? No, i tempi sono cambiati. La Juventus non si esprime mai a caso…”

L’ex attaccante bianconero e Campione del Mondo con la Nazionale italiana nel 1982, analizza il momento difficile vissuto dal talento argentino: “Deve ripartire dalla cose semplici e fregarsene un po’. Le parole di Nedved…”

Cosa sta succedendo a Paulo Dybala?

Per cercare di capire le ragioni del difficile momento vissuto dal talento argentino della Juventus e come uscirne, La Gazzetta dello Sport ha intervistato Paolo Rossi, ex centravanti che durante la sua carriera da giocatore ha alternato periodi di grande gloria ad altri di buio e complicazioni varie. Di seguito le sue interessanti dichiarazioni in merito alla situazione riguardante l’ex attaccante del Palermo.

“Io stravedo per Dybala. Può fare tutto. E in questi momenti in cui le cose non funzionano deve avere anche la forza di dare peso alle cose giuste, critiche comprese, fregarsene un po’. Ma non nel senso di strafottenza. Cosa gli direi? Metti sempre la volontà, vai dentro e fai quel che sai fare, comincia dalle cose semplici. E poi una doppietta: cura tutto“.

Riguardo alle parole di Pavel Nedved sui sacrifici nella vita privata invece l’ex bomber bianconero ricorda: “La Juventus non si esprime mai a caso. Ed è sempre stata molto attenta all’extracampo. Dalla fidanzata a ciò che concerne la vita fuori dal terreno di gioco tutto può influire. Se consiglierei a Paulo Dybala di sposarsi? Noooo, se poi sente di farlo… I tempi sono cambiati. La verità è che io ero già fidanzato e che l’avrei fatto comunque, ma dopo le parole di Boniperti accelerai un po’. Ai miei tempi non tutti erano sposati, c’erano anche i single: e la società stava dietro a tutto”.

Infine l’ex Campione del Mondo dice la sua sulla strategia della panchina adottata dal tecnico Massimiliano Allegri:Higuain ha avuto la forza di reagire con quel che sa fare meglio, Dybala contro l’Inter è entrato ma senza… entrare in garaCi sono giocatori che dopo una panca si chiudono; altri che toccano il campo e sono pronti a spaccare tutto. E’ una questione che può sembrare facile e districabile, ma è puramente psicologica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy