Milan-Juventus, il Covid in casa bianconera: la Asl di Torino potrebbe bloccare la partenza di Pirlo & Co

La sfida tra rossoneri e bianconeri dovrebbe andare in scena domenica alle 20,45

JUVENTUS-MILAN

Il Covid è entrato nuovamente in casa Juventus.

I bianconeri nella serata di domenica 5 gennaio dovrebbero affrontare il Milan nella gara valida per la 16a giornata del campionato di Serie A. La recente positività al virus di Alex Sandro e Cuadrado oltre all’infortunio muscolare di Alvaro Morata costringeranno la compagina guidata da Andrea Pirlo ad affrontare la capolista senza tre pedine importanti. Nel frattempo l’ASL locale sta valutando attentamente la situazione, adesso si attendono notizie in merito a ipotetici focolai. Nel caso in cui dovesse verificarsi una situazione negativa verrà vietata alla squadra di partire alla volta di Milano.

Si è espresso in merito il dottor Roberto Testi, direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Città di Torino, a ‘Il Corriere della Sera’.

“La Juventus ci ha avvisati della positività al coronavirus di due giocatori. Per uno, la segnalazione è avvenuta lunedì 4 gennaio, e per il secondo martedì 5. In questo momento non abbiamo elementi per dire che c’è un focolaio all’interno della squadra, perché sappiamo come è avvenuto il contagio per i due calciatori e perché tutti gli altri compagni sono negativi. Se oggi dovessero esserci nuovi positivi e ci fosse l’evidenza di un focolaio non controllato all’interno della squadra, si creerebbe un problema di sicurezza anche per gli altri giocatori. È chiaro, quindi, che la Asl sarebbe costretta a intervenire, isolando tutti e bloccando la partenza della Juventus per Milano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy