Juventus, Galeone: “Un gran fallimento non vincere la Champions League. Allegri? Il suo futuro…”

Le dichiarazioni di Giovanni Galeone, il maestro di Massimiliano Allegri: “La sua avventura con la Juventus è finita”

Massimiliano Allegri, ancora, sotto l’occhio del ciclone.

Seppur il tecnico livornese, vanti ben sette scudetti consecutivi – un ottavo ormai in arrivo -, dopo il 2-0 incassato dalla Juventus al “Wanda Metropolitano” contro l’Atletico Madrid, Max, è finito nel mirino di stampa e tifoseria, che con ferocia hanno attaccato e criticato il tecnico bianconero, ritenuto il primo colpevole della disfatta del primo round di Champions League.

Sul caso Allegri, si è espresso il suo stesso maestro Giovanni Galeone, che intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss, si è detto sicuro che a giugno la Vecchia Signora avrà un altro allenatore: “Al di là di come andrà l’avventura in Champions penso che la sua parentesi alla Juventus sia finita. Se non la vince, per me, non è un gran fallimento. Non è che perchè prendi CR7 vincerai di sicuro”.

“Se Allegri vincerà la Champions League la dedicherà sicuramente a Sacchi – ha aggiunto il tecnico napoletano, che in quarant’anni di carriera ha avuto anche Allegri ai tempi del Pescara -. Credo che al ritorno, recuperando alcuni giocatori anche fisicamente, può fare un’impresa come quella del Bernabeu. Penso che Allegri ce l’abbia un po’ con Sacchi, io di sicuro sì”.

Chiosa finale su Sacchi: “Può far ricredere il grande santone che continua con questa storia dello spartito legato ad una squadra. Sacchi parla sempre di questa puttanata dello spartito, ma se io ho uno spartito di Rachmaninov e lo suona il pianista di piano bar è una cosa, se lo suona Pollini è un’altra. Non si può aggredire un allenatore che con la Juventus ha vinto 10 titoli”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy