Juventus, Sarri si presenta: “Felice di essere qui, vi svelo perchè lasciai Napoli. Sarà anno stimolante”

Juventus, Sarri si presenta: “Felice di essere qui, vi svelo perchè lasciai Napoli. Sarà anno stimolante”

Il neo tecnico bianconero è stato il protagonista della conferenza stampa di presentazione

In casa Juventus oggi è il Sarriday.

Il tecnico toscano a partire dalle ore 11,00 sarà il protagonista della conferenza stampa di presentazione come nuovo allenatore del club bianconero. Maurizio Sarri dopo la sua esperienza al Chelsea, culminata con un terzo posto in classifica e il trionfo in Europa League, ha firmato un contratto triennale con la Juventus scatenando anche le ire dei suoi vecchi tifosi.

L’allenatore nativo proprio di Napoli, sebbene sia cresciuto in provincia di Arezzo, è arrivato molto presto nella sede del club piemontese. Dopo aver visitato le strutture bianconere, guidato da Nedved e Paratici, si appresta a parlare per la prima volta da juventino.

“Sono davvero contento di essere qui oggi.  Bisogna avere le idee chiare sul percorso, io tre anni fa sono arrivato a Napoli e ho dato tutto anche perché sono nato anche lì. Negli ultimi mesi a Napoli ho avuto un dubbio, un qualcosa che mi diceva che il mio percorso in azzurro era terminato. A quel punto non ho avuto offerte importanti in Serie A e preferisco andare all’estero dove faccio un’esperienza bellissima, poi ho sentito il bisogno di tornare in Italia e quando è arrivata la proposta della Juventus non potevo dire di no. Penso di aver rispettato tutti e nell’ultimo atto era doveroso rispettare anche la mia professionalità. Ho visto una società davvero determinata a puntare su di me e questo mi ha convinto fin da subito, ho notato determinazione e compattezza. Differenze tra Italia e Inghilterra? Abbiamo davanti un percorso lungo, penso che il nostro sarà lungo perché se giri gli stadi in Inghilterra ti rendi conto dell’inadeguatezza dei nostri. Bisogna partire dalle strutture. Sono contento del fermento che sto vedendo in Serie A, mi sembra un anno davvero stimolante anche dal punto di vista degli allenatori. Si sta creando un’aria frizzante e ci sono i presupposti per fare bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy