Juventus-Parma, Pirlo: “La Superlega è il futuro, siamo fiduciosi. Formazione? Vi svelo 3 titolari”

Le dichiarazioni del tecnico della Juventus

Juventus

Superlega?  Società all’avanguardia e in prima linea.

Queste alcune delle dichiarazioni rilasciate da Andrea Pirlo, intervenuto in occasione della canonica conferenza stampa della vigilia al match di Serie A tra Juventus Parma. L’allenatore della franchigia bianconera è stato chiamato a rispondere ad alcune domande legate all’avvento della nuova Superlega, della quale il club di Andrea Agneli fa parte in quanto una tra le 12 società fondatrici. L’ex centrocampista ha espresso il suo parere in merito a questa nuova competizione, snocciolando i dubbi dei più scettici dinnanzi a questo innovativo e moderno progetto calcistico.

Super League, i tifosi dell’Atalanta: “Piazze come Palermo e Catania meriterebbero il posto di Juventus, Inter e Milan”

Ecco le sue parole:“Questo è un progetto futuro, il presente è la qualificazione in Champions. Si può considerare come uno sviluppo del mondo del calcio, ci sono stati tanti cambiamenti nel corso degli anni, sono cambiate regole e il calcio, è cambiata anche la Champions . Il nostro presidente è in prima linea. Stamattina è venuto a parlarci. Siamo fiduciosi perché abbiamo un presidente molto all’avanguardia che può spiegare meglio in che cosa consiste. Futuro? Non penso a niente, penso solo a finire bene la stagione. Il mio obiettivo è vincere la Coppa Italia e portare la squadra tra le prime quattro”.

Juventus

Superlega, Agnelli alla Serie A: “Cosa cambia? Lo Scudetto lo vinciamo noi da 80 anni”

Pirlo ha poi concentrato la sua attenzione sulla possibile formazione titolare che scenderà in campo contro i ducali: “Oltre a Buffon e Cristiano Ronaldo, ci sarà anche Dybala perché ha bisogno di giocare, meglio dargli continuità. Sono contento della sua prestazione contro l’Atalanta, abbiamo affrontato una gara dura ma si è dimostrato all’altezza. Potrebbe partire da titolare anche Kulusevski, il giocatore sta bene, valuteremo domani. Morata l’ho visto un po’ stanco, Arthur un po’ rammaricato perché non è entrato al meglio. Ho parlato con lui ed è sereno. Domani potrebbe giocare dall’inizio“.

Chiosa finale del tecnico della Vecchia Signora legata all’infortunio che sta tenendo ai box Federico Chiesa, colonna portante della compagine bianconera fin dall’inizio della stagione: “Federico ha avuto un problema muscolare. È un giocatore importante ma abbiamo sempre messo in campo formazioni che danno il 100%, se non ci sarà lui ci sarà un altro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy