Juventus, Mauro stronca Dybala: “Non è una stella intorno a cui costruire la squadra”

Massimo Mauro in tackle su Paulo Dybala: l’argentino sotto l’occhio del ciclone per aver lasciato anzitempo la panchina durante il match contro il Parma

Il Parma frena la cavalcata della Juventus.

Sabato all’Allianz Stadium, gli uomini di Roberto D’Aversa trovano il pari nel finale con una doppietta di Gervinho e la rete di Antonio Barillà, non bastano ai bianconeri i tre gol firmati da Cristiano Ronaldo e Daniele Rugani: un’ennesima botta per la Vecchia Signora, ancora alle prese con il clamoroso crollo di Bergamo, dove i campioni d’Italia hanno rimediato contro l’Atalanta la prima sconfitta stagionale in Italia, ma soprattutto, hanno lasciato ai quarti di finale una competizione come la Tim Cup che la vedeva protagonista da quattro anni.

Un inizio d’anno decisamente sottotono per la squadra di Massimiliano Allegri, che adesso, oltre a dover far fronte all’allarme difesa in vista della Champions League, dovrà anche fare i conti con il gesto di stizza di Paulo Dybala, rientrato in fretta e furia negli spogliatoi, in occasione del match contro i ducali. Dopo il terzo cambio del tecnico bianconero, infatti, l’argentino, arrabbiato per non essere sceso in campo nemmeno nei minuti di recupero, ha lasciato la panchina anzitempo.

Sul delicato momento della Juventus, si è espresso l’ex calciatore bianconero, Massimo Mauro, ai microfoni de La Repubblica.it: “Allegri dice che i gol presi non sono colpa dei difensori ma dei centrocampisti ed attaccanti che non hanno aiutato fase difensiva. Sono d’accordo con lui. Per me inoltre il tecnico deve risolvere un grosso problema di fondo: Dybala non può giocare centrocampista”.

“Le finali di Champions perse hanno fatto capire che lui non è la stella su cui costruire le vittorie della squadra a livello europeo – ha continuato -. Questo è un problema. L’altro è che, come giustamente ha fatto notare Allegri, la squadra non può difendere altissima, stando 90′ nella metà campo avversaria. In prospettiva europea comunque non mi preoccuperei: la Juve, ma anche l’Atletico Madrid, il Bayern Monaco, hanno  calcolato bene questa flessione e per la Champions saranno pronte – ha concluso Mauro –“.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy