Juventus-Manchester United, Allegri: “Importante essere competitivi ovunque. Ecco chi è a disposizione…”

Juventus-Manchester United, Allegri: “Importante essere competitivi ovunque. Ecco chi è a disposizione…”

Le parole del tecnico della Juventus Massimiliano Allegri alla vigilia della sfida contro il Manchester United

Massimiliano Allegri dice la sua alla vigilia del match contro il Manchester United.

Il tecnico della Juventus, intervenuto in conferenza stampa pochi minuti fa, si è espresso a proposito del momento che i bianconeri stanno vivendo:
Innanzitutto mi hanno fatto piacere le parole di Cristiano. Divertimento uguale vittoria. In questo momento le cose stanno andando bene, ma in questo momento non si conquistano trofei. Domani potremmo raggiungere il primo obiettivo, o da primi o da qualificati, e poi eventualmente avremo altre due partita per raggiungere il primo posto, e poi dovremo tuffarci in campionato. La cosa che conta però è arrivare a marzo nelle migliori condizioni e soprattutto essere competitivi su tutti i trofei, Supercoppa compresa che il 16 gennaio giocheremo contro il Milan“.

A proposito, invece, delle condizioni fisiche e non solo dei singoli a sua disposizione e, in particolare, di Medhi Benatia, che si è lamentato nei giorni scorsi del suo scarso impiego:
La caviglia di Mandzukic va bene. Domenica doveva fare gli scalini avevo paura che gli tornasse il dolore. L’altro giorno aveva male alla caviglia. Ho preferito lasciarlo a casa. Ho fatto la battuta sugli scalini, Mario è un giocatore importante per noi. Aiuta i compagni e segna gol. Averlo a disposizione per noi è importante. Sono felice. Ogni anno gli capita. Il primo anno aveva un’infezione che non andava via. Ogni tanto gli capitano queste cose, quando non sta bene è giusto che recuperi. Lo stesso Bernardeschi è mezzo e mezzo e preferisco lasciarlo fuori. Se lo porto magari mi viene voglia di metterlo per uno spezzone e si fa male, magari meglio averlo al 100% domenica. Per quanto riguarda gli altri stamani ho letto che ne avevo 10-12 morti, ho chiesto al dottore: ‘Dove sono i morti?’. Sono fuori solo Kean, Berna e Douglas. Khedira e Mandzukic sono a disposizione, gli altri pure. Dobbiamo fare meglio che a Manchester. Loro sono una squadra che può essere pericolosa in ogni momento della partita. Dovremmo stare attenti alle ripartenze perché loro davanti sono veloci. Domani ci giochiamo tanto. Benatia? E’ stato magari uno sfogo. Lui lo sa come tutti. Essere in una grande squadra comporta anche poter star fuori. Pogba ha giocato quasi il 50% di partite in un reparto dove ci sono giocatori importanti. Lo considero pari agli altri, è difficile trovare calciatori del suo livello, come Barzagli, Chiellini, Bonucci e Rugani che a Empoli ha fatto gli ultimi minuti in maniera importante. Ci sta anche lo sfogo. Ronaldo non ha ancora segnato? Farà gol domani. Ha giocato soltanto una partita finora e ha fatto un assist. Cuadrado? È in un buon momento. Può darsi giochino gli stessi tre. Poi devo decidere se far riposare Matuidi, che fortunatamente per lui è arrivato in finale al Mondiale e l’ha vinto. Sabato ha fatto una partita non brillantissima in cui ha dato tutto quello che aveva e anche di più. Quindi potrei farlo riposare, perché Khedira sta bene ed è un recupero importante”.

Juventus-Manchester United, Mourinho: “Bianconeri super squadra, ma la gara non è cruciale. Allegri? Siamo amici…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy