Juventus-Lazio, Sarri alla vigilia della Supercoppa italiana: “Ora mi diverto, obiettivo perfezione. Il tridente e le parole di Allegri…”

Juventus-Lazio, Sarri alla vigilia della Supercoppa italiana: “Ora mi diverto, obiettivo perfezione. Il tridente e le parole di Allegri…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico della Juventus alla vigilia della finale della Supercoppa italiana, in programma domani a Riyad

“Non so a che punto è la mia Juventus, ma adesso in partita mi diverto”.

Lo ha detto Maurizio Sarri, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della finale della Supercoppa italiana in programma domani a Riyad alle 17.45 (ora italiana): primo oggetto di discussione, il momento della sua squadra, reduce dalla vittoria conquistata in campionato contro la Sampdoria grazie alle due perle di Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“La squadra sta giocando il calcio che gli è proposto, possiamo lavorare e risolvere gli errori commessi. Serve avere obiettivi utopici, puntando la perfezione saremo sempre scontenti ed essendo sempre scontenti avremo sempre stimoli per migliorare. Non giochiamo mai due partite di fila con lo stesso modulo? Abbiamo dei difetti ma stiamo giocando con continuità – ha spiegato Sarri -. Abbiamo perso una partita su 23. Veniamo da due partite con dei primi tempi di alto livello tattico, perdendo qualcosa nella ripresa. Fa parte del modulo, molto dispendioso, che può portare a perdere legame tra i reparti, costringendo i giocatori a grandi sforzi. Le recenti dichiarazioni di Allegri? Penso ci sia una via di mezzo. L’allenatore non deve stravolgere i giocatori per allenare se stesso, sono d’accordo. Serve rispettare però le caratteristiche dei giocatori. Sono due modi di pensare lo stesso mestiere”.

SINGOLI E TRIDENTE – “Domani in campo dal 1′ col tridente? Questo non lo so, molti sono stanchi dopo la partita contro la Samp. Se la situazione è come ieri dovremo cambiare moltissimi giocatori, se la situazione migliora no. Chiellini sarà ancora out per alcuni mesi, Szczesny è in gruppo da due giorni. De Sciglio ha giocato, Ramsey e Douglas Costa sono rientrati. Ora come ora dobbiamo fare a meno solo di Giorgio e Khedira, entrambi reduci da due interventi chirurgici. Subiamo tanto? Negli ultimi due incontri abbiamo preso due gol, di cui uno al 95′. Stiamo facendo degli errori, abbiamo cambiato l’altezza della linea difensiva eppure prendiamo gol quando siamo più bassi. Ma abbiamo margini di miglioramento, per fortuna”.

SUPERCOPPA – “Sento questa partita come le altre. Rispetto ad una partita di campionato poter vincere un trofeo potrebbe portarci ulteriori motivazioni. Giocare qui gesto importante a livello politico? Non lo so, personalmente non mi interesso più di politica da tempo. Ma sono anche un uomo che ama la novità, e sono curioso di vedere che clima si respirerà domani. E’ una gara secca, il campionato sarà un’altra storia. La Lazio è una squadra forte, tecnicamente e fisicamente, è strano che non sia arrivata in Champions. Sarà una partita difficilissima, che poi però possa influire su un’altra manifestazione come il campionato, questo non credo”, ha concluso Sarri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy