Juventus, Cuadrado: “Voglio restare qui. Non mi aspettavo l’addio di Allegri”

Juventus, Cuadrado: “Voglio restare qui. Non mi aspettavo l’addio di Allegri”

L’esterno dei bianconeri ha parlato dell’addio del tecnico toscano e del suo futuro

Juan Cuadrado sembra avere le idee chiare sul suo futuro.

L’esterno della Juventus ha vissuto una stagione poco brillante, dal momento che è rimasto lontano dal campo per molto tempo a causa di un brutto infortunio al menisco subito nel mese di dicembre (per lui soltanto 17 presenze in campionato).

Nonostante ciò il classe ’88 ha intenzione di contribuire ancora alla causa dei bianconeri, come da lui stesso dichiarato nel corso di un evento benefico in programma a Torino e da lui organizzato, volto a garantire borse di studio ai bambini bisognosi. Queste le sue parole: “Obiettivi per la prossima stagione? Per adesso sono molto contento di essere qui. Mi sento come in famiglia. L’obiettivo più vicino è la Copa America, ma il prossimo anno sarà pieno di tante cose belle per noi e speriamo di restare sempre in cima. Il mio pensiero è sempre stato di rimanere qui. Sto bene con la mia famiglia, con la società, la verità è che mi sono trovato come a casa, quindi spero di rimanere. Champions League? Sta a noi lavorare ogni giorno e dare sempre il 100%, quando lavori per bene il lavoro ti paga tutto. La nostra squadra è fortissima e penso che abbiamo tutto per vincere, però dobbiamo sempre essere uniti. Dobbiamo insistere. Puoi cadere, ma ti devi rialzare e pedalare, fino a raggiungere l’obiettivo“.

Infine un commento sull’addio di Massimiliano Allegri e sul suo possibile sostituto: “Sicuramente sono cose che succedono nella società. Non me lo aspettavo, ma sono cose che succedono nel calcio. Noi dobbiamo solo pensare al campo, del resto si occupa la società. Allegri mi ha aiutato molto, insieme a tutto lo staff, con me erano molto disponibili. Mi hanno dato una mano a lavorare sulle cose in cui dovevo migliorare, mi bombardavano tanto sulla fase difensiva, sulle diagonali. Sono molto contento di aver lavorato con loro e sono molto grato. Adesso penso di essere un giocatore più completo grazie a loro. Sostituto? Chiedilo a Paratici. Sicuramente la società starà lavorando su quello, non mi occupo di questo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy