Juventus, Brambati sentenzia: “Pirlo sulla panchina bianconera e Mazzarri a casa è qualcosa di illogico”

L’analisi di Massimo Brambati su Andrea Pirlo

Juventus

Massimo Brambati non ci sta.

Juventus

Dopo la vittoria conquistata ieri sera dalla Juventus per 2-1 nel recupero della terza giornata di Serie A contro il Napoli, il tecnico bianconero Andrea Pirlo non cessa di essere sotto i riflettori degli addetti ai lavori. Quella dell’ex centrocampista ora allenatore bianconero è stata finora una stagione fallimentare: dall’eliminazione dalla Champions League ad un terzo posto che non è per nulla blindato. Intervenuto ai microfoni del format radiofonico Maracanà, in onda su TMW Radio, l’ex calciatore e procuratore sportivo Massimo Brambati si è espresso a tal proposito.

“Vedere Mazzarri a casa e Pirlo sulla panchina della Juventus non è logico. Mazzarri dovrebbe essere in panchina in Serie A. C’era modo e modo per farlo crescere. Lo avevano presentato pochi giorni prima come allenatore dell’U23. Non credo che un tecnico può essere fatto crescere in una grande squadra. Devi farlo crescere in squadre con un bacino d’utenza meno importante poi lo riporti a casa quando i tempi sono maturi. Pirlo è stato un azzardo. Per me i dirigenti pensavano che siccome lo scorso anno lo Scudetto lo hanno vinto i giocatori e che Sarri è contato poco, potevano tentare con Pirlo, con un non allenatore. Sedersi sulla panchina della Juventus dopo essere usciti dal corso di Coverciano non è possibile. Si deve partire dal basso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy