Iachini: “Dybala sarà come Messi. Allenavo il Palermo e dissi alla Juve di comprarlo subito”

Il retroscena rivelato dall’ex allenatore del Palermo, Beppe Iachini: “Allenavo il Palermo, mi chiamarono Marotta e Paratici e dissi loro di comprare all’istante Paulo Dybala”.

Paulo Dybala come Lionel Messi? Per alcuni potrebbe sembrare una bestemmia calcistica, per altri un paragone irriverente. Ma non sono pochi gli addetti ai lavori che vedono un futuro simile a quello dell’asso del Barcellona per l’attuale attaccante della Juventus.

37 gol messi a segno in quasi 80 match disputati con la maglia bianconera per l’argentino classe ’93 affermatosi nel nostro calcio facendo faville a Palermo: anche lì, un primo momento di ambientamento, diversi mesi trascorsi in infermeria a causa di un infortunio e poi l’exploit. A giugno del 2015 per 40 milioni Maurizio Zamparini lo lasciò partire. Lo voleva l’Inter, Berlusconi aveva chiesto all’allora patron rosa di incontrarlo ad Arcore, ma nulla da fare: Zampa (ormai ex presidente in viale del Fante, dopo l’insediamento di Paul Baccaglini e del suo fondo d’investimento) aveva già un accordo con la Juve, prima squadra a farsi sotto per la Joya ex Instituto de Cordoba e primo club a… godere. Chi prima arriva, meglio alloggia, del resto.

A tornare a quei mesi di trattative tra la società di Andrea Agnelli e il Palermo, l’allora allenatore dei rosanero, Beppe Iachini. L’ex mister di Chievo e Udinese è intervenuto a 4-4-2, trasmissione che va in onda sui canali di Sport Mediaset, all’indomani della partita vinta dalla squadra di Massimiliano Allegri in Champions League contro il Porto: i bianconeri hanno bissato il successo della gara d’andata, assicurandosi il passaggio ai quarti di finale della più importante competizione europea. “La Juve è una squadra quasi perfetta: i bianconeri sono forti e possono giocarsi le loro chance anche in Europa”, premette Beppe Iachini che poi passa ad esaminare la situazione relativa al suo ex pupillo: nel Palermo lo schierava da centravanti con il Mudo Franco Vazquez a sostegno. “Quando allenavo a Palermo mi chiamarono Marotta e Paratici, gli dissi di prenderlo subito – rivela il tecnico marchigiano -. Tra qualche anno sarà al livello di Leo Messi”.

Intanto ieri sera l’attaccante bianconero è stato “ripreso” da Arrigo Sacchi in diretta televisiva… (clicca qui)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pit - 4 anni fa

    E di Belotti, invece, cosa dicesti a Cairo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy