Champions League, Ceferin su Juventus-Lione: “Nessun rinvio, si gioca”. Le ipotesi della UEFA…

Champions League, Ceferin su Juventus-Lione: “Nessun rinvio, si gioca”. Le ipotesi della UEFA…

Il ritorno degli ottavi di Champions League tra Juventus e Lione si giocherà regolarmente: a confermalo è stato il presidente della UEFA

Nessuna novità su JuventusLione.

L’emergenza per la diffusione del Coronavirus sta continuando a complicare la situazione della Serie A: domenica scorsa sono state rinviate altre cinque gare compreso il big match tra la Juventus e l’Inter che ha scatenato molte reazioni negative in particolar modo negli esponenti del club nerazzurro, esplicitamente e pubblicamente schierati contro le decisione della Lega e della FIGC.

Inter, Mentana stronca Zhang: “Uscita vergognosa, da ragazzino miliardario…”

Ieri sera, dopo un lungo vertice tra i due massimi organi del calcio italiano, è stata comunicata le decisione di recuperare le cinque gare rinviate in questo fine settimana, compresa la sfida tra i nerazzurri e bianconeri fondamentale per le sorti dello scudetto, che attualmente vede favorita la Lazio prima da sola in classifica. In attesa di ulteriori variazioni la gara dovrebbe giocarsi lunedì 9 marzo, con la ventisettesima giornata di Serie A che slitterebbe così nel mese di maggio.

Inter, Zhang attacca la Lega e Dal Pino: la Procura della FIGC apre un’inchiesta

Ci sono dunque ancora dubbi relativamente alla sfida tra la Juventus e il Lione, valida per l’andata degli ottavi di Champions League che dovrebbe giocarsi giorno 17 marzo sul campo dell’Allianz Stadium: non è infatti chiaro se la partita si giocherà a porte chiuse o se verrà rimandata rispettando quelle che sono le linee guida emanate dal Governo italiano. A dare certezze è intervenuto però il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Siamo al corrente della situazione, e informati costantemente. Le gare di ritorno degli ottavi si svolgeranno nei modi previsti inizialmente“.

Tra le ipotesi prese in considerazione dalla Uefa vi sarebbe la possibilità di giocare la partita nel Sud Italia, dove i casi di coronavirus confermati sono molto marginali rispetto alle regioni a rischio Piemonte, Veneto e Lombardia. Un caso curioso che non rappresenta comunque un unicum nella storia del calcio italiano: nel 1997 i bianconeri scelsero Palermo per giocare il ritorno della Supercoppa Europea contro il PSG e due gare interne della Coppa Uefa 1999-2000 contro Omonia Nicosia e Olympiacos.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy