Allegri: “Il derby? Sfida difficile, il Torino ha voglia di rivalsa. Out Buffon e Cuadrado, Dybala…”

Allegri: “Il derby? Sfida difficile, il Torino ha voglia di rivalsa. Out Buffon e Cuadrado, Dybala…”

Le parole del tecnico bianconero Massimiliano Allegri alla vigilia del derby di Coppa Italia contro il Torino.

Il tecnico bianconero Massimiliano Allegri, alla vigilia del derby contro il Torino allo Stadium, ha presentato in conferenza stampa lo scontro diretto valevole per i quarti di finale di Coppa Italia.

È un derby, l’obiettivo è quello di vincere. Per noi la Coppa Italia è un traguardo quanto la Champions e lo Scudetto, vogliamo andare in finale. Per passare il turno non dovremmo ripetere la prestazione di Verona, contro cui ci è andata bene. Sarà una sfida difficile perché il Torino ha voglia di rivalsa e questa Coppa può dargli la possibilità di andare in Europa. Noi fisicamente stiamo bene, faremo cinque giorni di sacrifici e poi andremo in vacanza. Dopo la sosta arriverà un momento importante fino alla settima giornata dove non dovremo perdere terreno dal Napoli o cercare di superarlo. Poi dall’ottava in poi si deciderà il campionato.

Gli undici che scenderanno domani sera in campo allo Stadium sono ancora da definire:
Valuterò dopo l’allenamento. Buffon e Cuadrado non saranno a disposizione, De Sciglio ha lavorato con la squadra parzialmente, forse tornerà contro il Cagliari. Dybala giocherà di sicuro, devo vedere se da centravanti o in coppia con un altro attaccante. Pjanic deve ancora trovare continuità, anche se giocando con tre centrocampisti bisogna stare tutti bene. Devo valutare se giocherà Douglas Costa o Bernardeschi, stanno tutti e due bene. Sono contento di come sta crescendo FedericoRugani può giocare.

Il mister bianconero si è espresso anche a proposito degli investimenti di mercato che verranno effettuati dalla società:
Uscirà Pjaca perché ha bisogno di giocare e l’infortunio ha fermato la sua crescita. Per il resto stiamo bene così. Non ho chiesto nessuno alla società. Abbiamo 21-22 giocatori in una rosa altamente competitiva.

Massimiliano Allegri ha infine commentato le parole dell’estremo difensore e capitano della Juventus, Gigi Buffon, che gli ha recentemente rivolto le sue lodi in un’intervista e che ha avvicinato ai bianconeri, designandolo come suo erede, il giovane portiere del Milan Gigio Donnarumma:
Dei complimenti non mi interessa, ma ringrazio Buffon per le belle parole. I miei risultati sono arrivati grazie ai campioni che ho allenato, mi ritengo fortunato di aver allenato grandissimi campioni e uomini di spessore. Questo fa la differenza. Abbiamo cambiato molto durante i miei quattro anni ed è stata brava la società a formare questa rosa. I ragazzi mi fanno complimenti perché gli ho dato tanti giorni di riposo, che è importante quanto il lavoro. Szczesny è l’erede di Buffon. Si stimano come professionisti e uomini, sta facendo bene ed è stata brava la società a portarlo qui con largo anticipo.

Buffon: “Donnarumma, vieni alla Juventus e non sbagli. Noi in difficoltà? Non era colpa nostra se il Napoli le vinceva tutte, su Bonucci…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy