Ajax-Juventus, Platini: “Bianconeri favoriti in Champions? Dico la mia. CR7 e Messi mai picchiati. Agnelli…”

Le dichiarazioni dell’ex fuoriclasse della Juventus ed ex presidente Uefa, Michel Platini: “La Juventus è una macchina da guerra”

Cresce l’attesa per Ajax-Juventus.

Svuotare le menti e ricaricare i giocatori dopo gli sforzi psico-fisici spesi per ribaltare l’Atletico Madrid, questo è quello che Massimiliano Allegri chiede i suoi uomini, impegnati la gara d’andata dei quarti di finale di Champions League contro gli olandesi di Erik ten Hag, in programma mercoledì 10 aprile ad Amsterdam.

Sull’importantissimo match si è espresso l’ex fuoriclasse della Juventus ed ex presidente Uefa, Michel Platini, intervenuto ai microfoni del Corriere della Sera: “Se la Juve può vincere la Champions? Fortissima fisicamente, una macchina da guerra. Con Real, Bayern e Psg fuori le prospettive di vittoria sono interessanti, anche se la Juve in coppa non è mai particolarmente fortunata, chissà…”

Parole al miele per il fenomeno portoghese Cristiano Ronaldo: “Io ho chiuso la carriera a 32 anni e CR7 ora ne ha 33? Quattro mesi fa l’ho visto a Torino contro il Manchester United: Ronaldo ha una mentalità e un fisico eccezionali. Oggi se non sei un atleta non puoi essere un campione? Le partite sono più numerose, ma trent’anni fa il calcio era molto più cattivo e violento. Oggi la tv lo ha reso più pulito. Ronaldo o Messi: non sono mai stati picchiati”.

Chiosa finale sull’avvocato Gianni Agnelli: “Il più bel ricordo? Rido ancora per la scena di quando gli ho offerto il mio primo Pallone d’oro. Era il suo compleanno, aveva invitato mezzo mondo, anche me. Avevo già smesso di giocare, per ringraziarlo gli porto il Pallone d’oro e l’Avvocato mi chiede: ‘Ma è d’oro?’. ‘Eh no, se era d’oro davvero non glielo regalavo Avvocato’. Ci siamo fatti una gran risata – ha concluso Platini –.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy