Inter-Rapid Vienna, Spalletti: “Icardi? Parliamo di quelli che hanno giocato. Il nostro obiettivo è la finale…”

Inter-Rapid Vienna, Spalletti: “Icardi? Parliamo di quelli che hanno giocato. Il nostro obiettivo è la finale…”

Le parole del tecnico dei nerazzurri in merito alla straripante vittoria ottenuta contro il Rapid Vienna

Vittoria straripante dell’Inter.

Dopo l’0 a 1 dell’andata, i nerazzurri sono scesi sul campo dello stadio San Siro per ospitare il Rapid Vienna, in quello che è stato il ritorno dei sedicesimi di finale dell’Europa League. I padroni di casa hanno trionfato grazie ad una bellissima prestazione e si sono imposti con il risultato di 4 a 0 grazie ai gol di Matias Vecino, Andrea Ranocchia, Ivan Perisic e Matteo Politano, conquistando così un posto negli ottavi di finale della competizione.

Al termine della sfida il tecnico del club lombardo, Luciano Spalletti, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, elogiando la prestazione dei suoi uomini: “Gol di Ranocchia? Con Andrea ci si può permettere qualche confidenza in più perché non c’è il rischio che si capovolgano i ruoli. Ci si può scherzare, oggi gli ho detto che avrebbe giocato anticipandogli che avrebbe fatto gol. Mi sarei immaginato un gol sugli sviluppi di un corner, magari di testa, e non una botta dal limite dell’area. In questo periodo comunque la squadra sta migliorando dopo un periodo di crisi, ma non dobbiamo accostare queste circostanze ad altre situazioni. Icardi? Adesso bisogna parlare di quelli che hanno giocato e hanno vinto questa partita, si dà forza a coloro che giocano e che prendono calci per portare a casa la gara. Rapid Vienna? Siamo sempre a parlare di questo livello che dobbiamo esibire, in alcuni momenti andiamo al dì sotto che è il nostro livello di potenzialità. Questa è una situazione che dobbiamo mettere a posto, il campione è quello che dà tutto e mette a disposizione più cose. Possibili avversarie? Ce ne sono quattro o cinque più forti, ma se si incontra una delle meno forti non sarebbe male. C’è comunque da dire che, essendo la finale il nostro obiettivo, prima o poi bisogna incontrarle tutti“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy