Inter, Asamoah rivela: “Potevo rimanere alla Juventus, ecco perché non l’ho fatto. I nerazzurri…”

Inter, Asamoah rivela: “Potevo rimanere alla Juventus, ecco perché non l’ho fatto. I nerazzurri…”

Il difensore nerazzurro Kwadwo Asamoah rivela alcuni retroscena del suo trasferimento dalla Juventus all’Inter

Kwadwo Asamoah parla della sua scelta di approdare all’Inter.

Il calciatore ghanese, trasferitosi a parametro zero al club nerazzurro dopo sei stagioni alla Juventus, ha rivelato, in un’intervista a ‘Football Italia’, alcuni retroscena di mercato riguardanti i bianconeri: “Avevo la possibilità di rinnovare con la Juventus: se avessi voluto, sarei potuto rimanere. Ma pensando al mio futuro, ho deciso di cambiare squadra per giocare di più, volevo una nuova sfida. E’ sempre importante mettersi in gioco. L’Inter ha dimostrato di volermi, sono orgoglioso e felice. Inter e Juve sono due grandi club, non ci sono grandi differenze. I nuovi compagni mi hanno accolto molto bene, lo staff tecnico anche. Mi sono sentito il benvenuto. Non è stato difficile ambientarmi, qui mi sento a casa. Ho vinto molti trofei alla Juve grazie alla mentalità vincente del gruppo e mia. Una cosa che calza benissimo con la voglia di Suning di tornare al top in Europa e nel Mondo, ritrovando la forza di essere competitivi in Champions League e in campionato”.

Infine, il difensore ha parlato della sua stima nei confronti di un ex nerazzurro: “Mi piaceva tantissimo Adriano. Io giocavo trequartista e sono mancino come lui: i miei amici mi chiamavano Adriano. Dicevano che il mio tiro fosse potente come il suo… In Nazionale mi chiamano ancora così”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy