Eintracht Francoforte-Inter, Spalletti: “Incontro Icardi-Marotta? Penso solo alla partita. Nainggolan…”

Eintracht Francoforte-Inter, Spalletti: “Incontro Icardi-Marotta? Penso solo alla partita. Nainggolan…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico dell’Inter alla vigilia della sfida in programma domani a Francoforte

Poco meno di ventiquattro ore e sarà Eintracht Francoforte-Inter, match valido per l’andata degli ottavi di finale di Europa League.

Una partita che non vedrà scendere in campo Radja Nainggolan: il centrocampista belga, infatti, non è stato convocato a causa di una distrazione al polpaccio sinistro che lo ha costretto ai box. Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida in programma domani pomeriggio alla Commerzbank-Arena (fischio d’inizio alle ore 18.55), il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti è tornato a parlare del caso Icardi e dell’incontro andato in scena nella giornata di oggi tra l’attaccante argentino, la moglie-agente Wanda Nara e l’amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta. Ma non solo…

“L’Eintracht sta facendo un grande campionato, giocando gare importanti. Ha molte qualità in questo momento, per noi come per loro la vita scorre velocemente quindi bisogna andare forte. Noi cercheremo di andar forte, cosi forte che si tratta di andare a provare tutto. Domani dobbiamo farci trovare pronti ed avere le intenzioni corrette portando dentro le nostre ultime esperienze”, sono state le sue parole.

ICARDI E NAINGGOLAN – “Icardi? Quando si vestono maglie come quelle dell’Inter ci sono sempre cose che viaggiano non come vorresti e l’importanza del nome del club serve anche per poter gestire le insidie e mettere in campo le tue qualità. E’ il prezzo che devi pagare per essere un calciatore di questo livello. Ho saputo di questo incontro ma non ho avuto tempo per andare ad informarmi di quanto accaduto, questa è una gara che ci prende tutte le attenzioni, non abbiamo spazio per pensare ad altro. Il tempo bisogna usarlo tutto per questa gara, una partita importantissima. Ninggolan? Qualsiasi calciatore manchi diventa un dispiacere ma il dispiacere extra è lasciare a casa giocatori fuori lista, questo mi devasta, dover negare la presenza e l’aiuto ai propri compagni. Per il resto in campo ci va sempre l’Inter, una squadra che deve far valere i principi di esser squadra forte”, ha concluso Spalletti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy