Calciomercato Inter, nodo Icardi: la strategia di Marotta e il messaggio alla Juventus. Lo scambio con Dybala…

Calciomercato Inter, nodo Icardi: la strategia di Marotta e il messaggio alla Juventus. Lo scambio con Dybala…

Le ultime sul futuro di Mauro Icardi, che non sembra rientrare nei piani della società e del progetto tecnico di Antonio Conte

Quale futuro per Mauro Icardi?

L’attaccante argentino, legato attualmente all’Inter da un contratto che scadrà il 30 giugno 2021, nonostante le dichiarazioni di rito rilasciate dallo stesso calciatore e dalla moglie-agente Wanda Nara, non sembra rientrare nei piani della società e del nuovo tecnico Antonio Conte in vista della prossima stagione. Ciò nonostante, ad oggi sarebbe da escludere l’ipotesi di una non convocazione per il ritiro pre-campionato. Un eventuale braccio di ferro, infatti, non converrebbe a nessuno.

La società di Suning, infatti – secondo quanto riportato dall’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ – non avrebbe intenzione di svendere un giocatore del calibro di Icardi. Un messaggio chiaro che il club vuole indirizzare al giocatore e alle squadre interessate all’argentino, in primis la Juventus.

“Il club sa che tra Icardi e la dirigenza bianconera il feeling esiste da tempo, da almeno un anno, quando ci fu l’approccio poi non sfociato in una trattativa per lo scambio con Higuain. In Argentina c’è chi ha parlato di un presunto interesse dell’Inter Miami di David Beckham, ma la cosa non ha trovato il minimo riscontro. In ogni caso, a chiunque si siederà a trattare, l’Inter vuole far sapere che non si scenderà sotto quota 70 milioni”, scrive la Rosea.

L’unico scambio sul quale è disposto a ragionare lo staff nerazzurro, d’altra parte, è quello con Paulo Dybala. Il futuro dell’attaccante ex Palermo potrebbe essere lontano da Torino. “O con Dybala alla pari, o cash alla cifra stabilita. Altri giocatori non scaldano più di tanto. O meglio: Cuadrado potrebbe fare al caso di Conte. Ma, se la Juve decidesse di inserirlo nell’affare, l’Inter potrebbe prendere in considerazione l’ipotesi solo di fronte a una valutazione bassa del colombiano, dunque con una quota di cash molto elevata a conguaglio. Quando la trattativa entrerà nel vivo, non è dato sapere. Ma non c’è certezza che accada entro il famoso 8 luglio: da qui nasce l’equilibrismo doveroso dell’Inter”, si legge.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy