Pordenone-Frosinone, esordio da incubo per Nesta: “Che batosta. Dobbiamo cambiare atteggiamento”

Pordenone-Frosinone, esordio da incubo per Nesta: “Che batosta. Dobbiamo cambiare atteggiamento”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Frosinone al termine della sfida persa contro il Pordenone: 3-0 il risultato finale

“Non sono contento né del primo, né del secondo tempo: questa è una bastonata”.

Parola di Alessandro Nesta. Il tecnico del Frosinone, che lo scorso giugno ha firmato un contratto che lo legherà alla panchina gialloblù fino al 2021, è intervenuto ai microfoni della stampa al termine della sfida persa contro il Pordenone: 3-0 è il risultato finale maturato ieri sera fra le mura dello Stadio “Ottavio Bottecchia”.

Il coach originario di Roma ha analizzato la prestazione offerta dai suoi uomini in occasione del match valido per la prima giornata del campionato di Serie B. Di seguito, le sue dichiarazioni. “La B va affrontata in maniera diversa, siamo arrivati sempre secondi sulle palle vaganti, abbiamo preso gol con palla in area. Spero la batosta ci faccia bene, ma in Serie B vinci se vai a 2000, nel calcio vinci se dai tutto, abbiamo giocato sotto ritmo sia in attacco che in difesa, lenti nel giro palla, nel pensare. Non voglio essere duro, una bastonata così alla prima può darci una svegliata, il Pordenone non ha rubato assolutamente nulla anzi, dobbiamo cambiare atteggiamento”, sono state le sua parole.

“La cosa si risolve aumentando i ritmi, ad un ritmo così basso non combini nulla; con tutto il rispetto per Monopoli e Carrarese, oggi il ritmo è stato troppo basso per questa categoria, noi invece siamo rimasti a quelle partite. Attacco? Oggi siamo stati lenti ovunque, tutta la squadra ha giocato sotto ritmo. Cerchiamo di rendere positiva questa situazione svegliandoci. Le interviste non me le preparo, dico quello che penso, da domani si riparte e si riparte con entusiasmo, oggi però la situazione è questa: analizzo la partita e cerco di mettere il punto sulle cose negative. E’ una sconfitta frutto di mancato ardore e mancato agonismo, lo sottolineo ancora. Questa bastonata ci deve far aprire gli occhi e non mandar giù. Tattica? Spesso ci vengono a prendere alti, se siamo veloci saltiamo la prima pressione e andiamo in vantaggio numerico, oggi siamo stati lenti e con la pressione alta abbiamo perso spesso palla”, ha concluso Nesta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy