Fiorentina, Vitor Hugo ricorda Astori: “Giochiamo per qualcuno, non per qualcosa. Davide è con noi…”

Fiorentina, Vitor Hugo ricorda Astori: “Giochiamo per qualcuno, non per qualcosa. Davide è con noi…”

Le dichiarazioni rilasciate dal difensore della Fiorentina: “Nello spogliatoio continuiamo a cantare i cori per Davide, ci dà forza”

“A Davide penso ogni giorno. Lui è con noi. Il suo posto è sempre lì, negli spogliatoi, e nessuno glielo potrà togliere. Mai”.

Parola di Vitor Hugo. Il difensore della Fiorentina, intervistato ai microfoni del ‘Corriere Fiorentino’, è tornato a parlare di Davide Astori, scomparso tragicamente lo scorso 4 marzo in un hotel di Udine.

In occasione della sfida contro il Benevento dello scorso campionato, la prima dopo la morte del capitano della Fiorentina, il centrale brasiliano – titolare proprio al posto di Astori – fu il primo a ricordare il compagno di squadra dopo un gol, mimando con le mani il numero 13, il numero di maglia di Davide. “Quel gesto mi è venuto d’istinto, mi sembrava il modo giusto per onorarlo. Ci penso sempre. Nello spogliatoio continuiamo a cantare i cori per Davide. Ci dà forza”, sono state le sue parole.

“Prendere il suo posto in campo è una grande responsabilità, che provo ad onorare al meglio dando tutto me stesso ogni giorno anche se so che non potrò mai nemmeno avvicinarmi a lui. Per me quel giorno, a Udine, il campionato era finito. Pensavamo che non potessimo più giocare. Abbiamo ricevuto messaggi da tutto il mondo. Soprattutto, ci sono stati i tifosi. Il supporto che ci hanno dato è stato incredibile e allora abbiamo capito che non potevamo fermarci. Anzi. In quei momenti ci siamo detti che avremmo giocato sempre per lui. È stata la svolta. Anche i giocatori nuovi, arrivati in estate, appena hanno messo piede al centro sportivo hanno capito che questa Fiorentina è diversa da tutte le altre squadre. Perché noi giochiamo per qualcuno, non per qualcosa. Il ruolo di Pioli in questa reazione? Fondamentale. E’ stato come un babbo. Ci ha raccolto, prendendosi cura di noi come fossimo suoi figli”, ha proseguito.

“Siamo partiti bene. Davide sarebbe felice e orgoglioso di noi. Europa? Ce lo siamo detti fin dal primo giorno, dobbiamo fare meglio dello scorso campionato. Mi piace stare in una squadra così giovane, credo che questo sia anche il nostro punto di forza. Giocare con Pezzella? German sta facendo grandissime cose, merita tutto quello che sta vivendo. È uno dei difensori più forti del campionato ed è sempre più leader. Cinque mesi fa non era così, ma da quando ha preso la fascia è cresciuto in personalità, ci guida, come faceva Davide. Simeone sta attraversando un momento difficile? Cholito è sempre Cholito. Deve solo stare tranquillo e quando inizierà a segnare non si fermerà più”, ha concluso Vitor Hugo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy