Fiorentina, Pradè blinda il futuro di Chiesa: “L’aria è cambiata, sono molto ottimista in ottica rinnovo. C’è condivisione…”

Fiorentina, Pradè blinda il futuro di Chiesa: “L’aria è cambiata, sono molto ottimista in ottica rinnovo. C’è condivisione…”

Le dichiarazioni del direttore sportivo della Fiorentina in merito alla trattativa per il rinnovo del contratto del gioiello classe 1997 Federico Chiesa

Fiorentina

Daniele Pradè, direttore sportivo dei viola, apre al rinnovo di Federico Chiesa.

Dopo una serrata negoziazione, con momenti di reciproca distanza le parti sembrano vicine a raggiungere un punto di convergenza.

Il talento viola è considerato all’unanimità uno dei giocatori più promettenti della sua generazione e del calcio italiano, e non a caso il suo nome è da tempo sul taccuino dei dirigenti di gran parte dei top club nostrani ed europei.

Il classe 1997, nel corso della passata stagione sembrava vicino a lasciare Firenze, ma il nuovo proprietario della società gigliata, Rocco Commisso, ha deciso di rimandare al mittente tutte le offerte e di trattenere il suo gioiello. Una scelta che ha sicuramente fatto la differenza, nel campionato scorso, al suo terzo anno con la Fiorentina, il figlio d’arte ha realizzato 12 reti in totale tra Coppa e Campionato contribuendo al raggiungimento della salvezza all’ultima giornata di campionato.

Tra pochi mesi inizierà la sessione estiva di calciomercato e il tormentone relativo al futuro del giovane attaccante potrebbe ripetersi, ma questa volta su basi differenti. Chiesa potrebbe a breve rinnovare l’attuale contratto che lo lega alla Fiorentina, in scadenza a giugno 2022. Il gioiello gigliato potrebbe percepire un ingaggio vicino a quello di Franck Ribery (circa 4 milioni di euro annui) e le ambizioni del nuovo corso societario viola potrebbero anche spingerlo a restare.

A illustrare la situazione è stato il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradè, nel corso della conferenza di presentazione di Alfred Duncan (nuovo centrocampista viola): “Ci stiamo avvicinando al momento dell’incontro con Federico. Non posso dire se sono ottimista o meno per il suo rinnovo, ma da parte sua c’è stato un cambiamento importante che è figlio degli incontri avuti con Commisso e con Bebbe Iachini. Anche lui vede quello che stiamo programmando, vogliamo diventare una squadra competitiva. Il rapporto è completamente cambiato, ora ci sono complicità e condivisione. Appena i risultati ci daranno un attimo di serenità ci vedremo”.

Rocco Commisso inoltre, non ha sbadato a spese: La Fiorentina è tra le società che ha investito di più in assoluto nel corso della sessione invernale di calciomercato.

“Serve tempo, ma i 70 milioni spesi sul mercato sono una prova della nostra volontà di crescere. Questa dimostrazione che abbiamo dato può fare la differenza non solo per i giocatori che sono già qui, ma anche per quelli che dal di fuori possono vedere questa cosa”. 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy