Fiorentina, Boateng sul razzismo: “Finora non è cambiato nulla, ma continuiamo a lottare”. E Balotelli…

Kevin Prince Boateng si scaglia ancora una volta contro il razzismo, a seguito dell’ennesimo episodio discriminatorio negli stadi

Kevin Prince Boateng ancora una volta in prima linea nella lotta contro il razzismo.

L’attaccante della Fiorentina non ci sta all’ennesimo episodio di discriminazione razziale negli stadi. Nel corso di Hellas Verona-Brescia, infatti, i tifosi gialloblù hanno intonato ululati nei confronti di Mario Balotelli, il quale ha interrotto l’azione di cui era protagonista e ha scagliato il pallone sugli spalti. Il direttore di gara, come da regolamento, ha fermato il match per alcuni minuti e, soltanto dopo l’invito dello speaker del ‘Bentegodi’ ad evitare questo genere di cori, il gioco è ripreso. Un episodio che si ripete. Proprio Kevin Prince Boateng, sei anni fa, quando vestita la maglia del  Milan, aveva reagito alla stessa maniera di SuperMario nel corso di un’amichevole contro la Pro Patria. Diffondendo le immagini di quel momento attraverso il suo account Instagram, il giocatore ha commentato: “Sei anni dopo niente è cambiato, ma non ci arrendiamo. Continuiamo a lottare tutti insieme contro il razzismo”. Tra le reactions nei commenti, sono apparsi anche gli applausi di Mario Balotelli.

Verona-Brescia, Balotelli rompe il silenzio e attacca: “Chi nega l’evidenza non è un uomo, ai miei colleghi in campo dico che…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy