Roma-Ajax, Stekelenburg: “Nella Capitale nessuna rivincita da prendermi. Match dell’andata? Imparato dai nostri errori”

Le parole del portiere dei Lancieri, Maarten Stekelenburg, alla vigilia della sfida contro la Roma

roma

Giornata di vigilia per Ajax e Roma.

Si affronteranno domani sera nella sfida valida per il ritorno dei quarti di finale di Europa League, Roma e Ajax. Un impegno in cui, entrambe le compagini, si giocheranno l’accesso alla semifinale della competizione. Intervenuto alla vigilia per analizzare la gara che andrà in scena tra poco più di 24 ore è il portiere dei LancieriMaarten Stekelenburg, ha parlato in conferenza stampa affrontando anche l’argomento relativo al suo passato in giallorosso.

Le cose non sono andare come volevo e la colpa è stata mia, per non essermi espresso come avrei voluto. Sono stati anni difficili, ma da cui ho imparato. Sono stato bene a Roma, è stata una bella esperienza seppur complicata. Sono state esperienze intense, a non mi rimprovero nulla. Ho recuperato, avevo un problema al ginocchio, ma ora sto bene. Rivincita sulla Roma? No, ora rappresento l’Ajax, ma non ho rivincite da prendermi. Se cercassi rivincite sarebbe un problema”.

Stekelenburg si è poi soffermato sul match dell’andata: “All’andata il match è stato equilibrato, dobbiamo essere più efficaci sotto porta. Dovremo sfruttare le occasioni perché non avremo tanti spazi. Il calcio cambia e cambia il modo di mettere la barriera. Il “coccodrilo” può essere d’aiuto, può servire a evitare di prendere gol. In Olanda è stato visto con scherno, ma io non lo vedo così. Scherpen ha fatto bene, gli errori capitano. È un peccato per lui, ma sono cose che succedono, poteva succedere anche a me. Ci sosteniamo a vicenda e ci alleniamo insieme, vinciamo e perdiamo insieme”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy