Moenchengladbach-Roma, Fonseca: “Chi gioca qui deve pensare alla vittoria. Florenzi è pronto. Troppe partite? Sono disposto a…”

Moenchengladbach-Roma, Fonseca: “Chi gioca qui deve pensare alla vittoria. Florenzi è pronto. Troppe partite? Sono disposto a…”

Le dichiarazioni dell’allenatore della Roma, Paulo Fonseca, in vista del match di Europa League contro il Borussia Moenchengladbach

La Roma si prepara per la delicata sfida di Europa League contro il Borussia Moenchengladbach.

Tante le assenze, tanti gli infortuni, ma Paulo Fonseca va avanti diretto per la propria strada senza preoccuparsi, avendo comunque a disposizione tante opzioni. Opzioni che fino a questo momento hanno dato i propri frutti. Il tecnico dei giallorossi, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match, ha trattato diverse tematiche riguardo al momento dei suoi, come il problema dei tanti impegni a distanza di pochi giorni: “Sarei disposto a tagliarmi lo stipendio per giocare meno partite – afferma il coach portoghese -. Io sono disposto a tutto, anche a perdere del denaro per aver un migliore spettacolo. A tutti piace vedere le belle partite in televisione, ma ciò che conta è godere di un spettacolo affascinante, con i migliori giocatori. Invece, in tutti i migliori campionati si giocano troppe partite e questo comporta dei problemi che impediscono alle miglior squadre di avere i migliori calciatori a disposizione. Se non ci sono i campionati domestici, ci sono le Coppe, oppure adesso il Torneo delle Nazioni per le selezioni. Insomma, il calendario va organizzato al meglio, perché dal punto di vista fisico è impossibile avere i migliori giocatori al cento per cento. Così, se fosse necessario ridursi l’ingaggio, perché no?”.

Per Fonseca l’imperativo è vincere: “Chi lavora alla Roma deve sempre pensare di vincere. Noi giochiamo per vincerla. Dobbiamo pensare che giocheremo contro una grande squadra, ma il nostro obiettivo è il successo. Certo, stavolta la partita sarà più decisiva per loro, anche se sarà importante anche per noi. Questa sarà una partita diversa dalla prima. L’arbitro? E’ passato – aggiunge l’ex Porto sul dubbio episodio del rigore concesso agli avversari nel match d’andata -, non dobbiamo pensarci più. Lottiamo tutti insieme per vincere domani”. “Dzeko? Ha cominciato a giocare senza maschera e questo è il segnale che sta bene ed è al cento per cento“.

Non troppi stravolgimenti per quanto riguarda la formazione giallorossa, visti anche i tre successi consecutivi. Ma arrivano novità sulla situazione di Florenzi: “Alessandro è pronto per giocare, ma non parlo delle conversazioni con i calciatori. Di certo posso schierarlo in diverse posizioni. L’impressione, però, è che il turnover sarà limitato. Con tante partite, se potessimo farlo sarebbe importante, ma in questo momento non è possibile cambiare molti giocatori. Se potessi, lo farei, ma ora non si può“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy