Coronavirus, Brignoli: “Mi sembrava qualcosa di lontano. Quando tutto sarà finito ecco cosa farò”

Coronavirus, Brignoli: “Mi sembrava qualcosa di lontano. Quando tutto sarà finito ecco cosa farò”

Le dichiarazioni di Alberto Brignoli, estremo difensore dell’Empoli, sull’emergenza Coronavirus

Una situazione dura quella legata all’emergenza Coronavirus.

Molti calciatori soffrono, in quarantena e spesso e volentieri lontani dai propri cari. E’ il caso di Alberto Brignoli, portiere dell’Empoli, che ha espresso durante un’intervista al Corriere dello Sport le proprie emozioni in merito a questo complicato periodo non solo per l’Italia, ma anche per il mondo intero: “Vedere quelle strade vuote davvero dove rimbombano i passi fa davvero paura. Nel mio paese natale tutti sono in trincea, per fortuna i miei genitori stanno bene e i miei amici. La lontananza si fa sentire, ma quello che devi fare è non trasmettere ansia. Sono convinto che quando ripartiremo lo faremo con un bagaglio di valori più denso, e una fame pazzesca di vita“. Il comune denominatore dei bergamaschi è la città alta, la funicolare è la città bassa. E’ il punto di riferimento, quello che adesso vedi martoriato e sanguini dentro”.

Sull’inizio dell’epidemia e sulla routine attuale: “Mi sembrava qualcosa di lontano, e anche dopo i primi casi accertati in Italia non mi sarei immaginato una virulenza del genere, per fortuna abbiamo medici straordinari. I nostri preparano con noi da remoto, e così scherziamo e lavoriamo e ci facciamo anche compagnia. Forse il mio vicino penserà che sono matto vedendomi parlare con uno schermo, ma, a emergenza finita gli lo spieghierò”. Ho scoperto cosa significa correre sul filo della tensione agonistica. Non ho mai amato leggere, ma adesso lo sto facendo mentre la sera faccio qualche partita ai videogiochi soprattutto la sera. Cerco di essere informato su questa situazione. Fra le molte dirette social ho seguito quelle di Gabriele Paragliulo e Fabio Cannavaro, collegato con la Cina. Temo che purtroppo quel rigore raccontato, qui possa essere utopia“.

Brignoli non vede l’ora di riabbracciare la famiglia: “Correrò dalla mia famiglia. Ieri è stato il compleanno di mio padre, qualche tempo fa mia nonna ha spento 90 candeline e non c’ero, voglio abbracciarli tutti e stare con la mia fidanzata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy