Gascoigne, la clamorosa rivelazione dell’ex Lazio: “Quando è morto mio padre l’ho preso a pugni”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex centrocampista della Lazio

Maradona

“Quando è morto mio padre, l’ho preso a pugni”.

E’ la rivelazione di Paul Gascoigne. L’ex centrocampista della Lazio, che ha giocato nella Capitale dal 1992 al 1995, ha svelato il singolare retroscena legato alla morte del padre, avvenuta nel 2018. “Quando eravamo solo io e lui nel letto d’ospedale e lui è morto, sono saltato sul letto e gli ho dato un pugno. Gli ho dato una testata e un pugno e mi sono preso una rivincita. Poi mi sono sdraiato lì e l’ho abbracciato per 45 minuti. A volte penso che sia ancora lì”, sono state le sue parole, come ha riportato il Sun.

Gascoigne, che era molto legato al padre, non aveva mai perdonato al padre di averlo rinchiuso in un istituto mentale nel 2010. “Il sabato è quando mi manca di più. Ma era un uomo così arido, parlava con chiunque tranne che con me… Mi piaceva portarlo in giro per il mondo con me quando giocavo. Al momento sto bene, ma penserò ai bei momenti che ho passato: probabilmente ne ho avuti più belli che brutti. Ho divorziato e ho dato molti soldi alla mia famiglia. Ho speso molto in case, ne ho acquistate e prese in affitto tantissime. Devo aver comprato a mio padre circa 80 auto e 18 barche e case”, ha concluso.

Intanto, l’ex calciatore inglese – che ha spesso fattoparlare di sé per i suoi eccessi e per i suoi problemi – potrebbe essere un naufrago della nuova edizione dell’Isola dei Famosi. Gazza, secondo quanto riportato nei giorni scorsi da Tv Blog, avrebbe accettato l’invito del più celebre e longevo adventure-reality show.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy