Curiosità, in Spagna il calcetto diventa ‘attività sociale’: dodici ore di riposo per i lavoratori-calciatori

Curiosità, in Spagna il calcetto diventa ‘attività sociale’: dodici ore di riposo per i lavoratori-calciatori

A Vigo una società ha ottenuto il diritto di far rientrare il calcetto con i clienti nell’orario lavorativo

Giocare a calcetto farà parte dell’orario lavorativo.

Questo quanto ottenuto dall’Altadis, azienda presente nella località di Vigo, in Spagna, società leader nella produzione di tabacco. Da anni l’azienda organizza un torneo di calcetto tra i propri dipendenti e i tabaccai della zona, i quali chiaramente rappresentano i loro clienti più importanti.

Grazie all’appoggio dei sindacati, l’Altadis ha ottenuto dal Tribunale Supremo spagnolo la concessione per cui le partite di calcetto saranno considerate “attività sociale da svolgere in comunione con i clienti” e i lavoratori avranno dunque diritto a dodici ore di riposo a partire dal fischio finale. Inoltre, qualsiasi problema fisico riscontrato prima, durante o dopo la partita sarà considerato come incidente sul lavoro.

Una vera e propria rivoluzione che dimostra quanto il calcio sia importante anche per costruire e rinnovare rapporti lavorativi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy