serie c

LIVE Paganese-Palermo, la conferenza stampa di Baldini: segui la diretta

LIVE Paganese-Palermo, la conferenza stampa di Baldini: segui la diretta

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Palermo alla vigilia della sfida contro la Paganese

Mediagol ⚽️

-

- 26 mar

TERMINA QUI LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER BALDINI

- 26 mar

"L'entusiasmo del pubblico per l'Italia è stata incredibile. Vedendo tutta questa gente immaginavo che giocasse il Palermo e sentivo l'adrenalina dentro. Ho chiesto ai giocatori se avessero avuto la stessa sensazione e abbiamo immaginato di poter arrivare in finale e avere a disposizione questa fetta importante di pubblico. Una sensazione fortissima, che ci deve dare ancora più spinta per il finale di stagione"

- 26 mar

"Lancini ieri ha interrotto l'allenamento perché non si è sentito bene, dopo 20 minuti è tornato a casa. Stamani è tornato e si è allenato, ma non si sente nelle condizioni di giocare. Non ci sarà dall'inizio e sarà presente qualcun altro. Domani non si può sbagliare, meno sono le partite, meno margine di errore hai. Domani serve una grande prestazione come a Francavilla. In quella partita non c'è stato nessuno che ha criticato o polemizzato, nonostante la sconfitta. Questa è la dimostrazione che se si fanno le cose con partecipazione emotiva, anche se perdi, non puoi uscire insoddisfatto per l'approccio"

- 26 mar

"Problemi con squadre 'piccole'? Sicuramente dobbiamo migliorare, non pensando che queste difficoltà siano casuali. Cerchiamo di migliorarci, facendo le cose e cercando di far capire che il pericolo siamo noi stessi e non gli avversari. Non bisogna pensare che il tempo migliori le cose, questo succede con il lavoro. Il mio sfogo può non essere condiviso, perché io non penso di aver sempre ragione. Ognuno deve dire la sua ed esprimere il proprio dissenso quando c'è, come succede in democrazia. Il confronto ti dà la crescita, se ognuno fa come crede non si arriva al raggiungimento dell'obiettivo comune"

- 26 mar

"Formazione? Domani sarà una partita calda, con loro che si devono salvare e che ci accoglieranno non con sorriso, rose e fiori ma con gente che ci farà vedere quanto sarà dura. Non ho ancora fatto la riunione tecnica, parlerò con i ragazzi stasera, altrimenti vi avrei comunicato le scelte"

- 26 mar

"Playoff? Dipende sempre come ci arrivi, non importa se parti dal decimo o dal secondo posto, contano le prestazioni. Non dipende dalla classifica, ma dalle condizioni della squadra. Poi se facciamo belle prestazioni guadagnando secondo o terzo posto, ben venga. Se arrivi decimo ma giochi come a Francavilla può anche essere che vinci poi tutte le partite e arrivi in Serie B. Giochiamo le partite per vincerle, provando le nostre cose e portando in campo la nostra identità, basata su idee e giocatori, sviluppando in campo rispetto alle caratteristiche di chi gioca. Sappiamo come modulare il nostro possesso palla. A volte abbiamo due ali dure ed altre un attaccante come Soleri che entra e si mette sull'esterno facendo le due fasi d'attacco nel ruolo di punta e di non possesso da esterno. Vincere aiuta ad avere più autostima e fiducia, quando arrivi con queste condizioni mentali hai più possibilità di fare bene"

- 26 mar

"Condizioni Barbera? Vedo un bellissimo stadio, caloroso l'altra sera. E tutto è stato fatto con ordine ed efficienza. Una polemica che non trova nessun riscontro, se la Nazionale ha scelto Palermo vuol dire che la città e lo stadio davano garanzie. Poi lo stadio non fa vincere la partita, ma dal punto di vista organizzativo è andato tutto bene, con spogliatoi e strutture in ottimo stato"

- 26 mar

"Silipo? Ho cercato di andare incontro alle esigenze tecniche dei ragazzi, se poi un giocatore mi dimostra che in un certo punto del campo si sente maggiormente a suo agio è normale che ha più possibilità di giocare. Il Palermo ha bisogno di tutti, e tutti devono essere pronti. Se vogliamo vincere non possiamo lasciare indietro nessuno, perché poi metti che ai playoff arriva di nuovo il Covid e ci ritroviamo in 12, che si fa? Devono avere solo più partecipazione emotiva, ma i ragazzi sono delle persone per bene"

- 26 mar

"Italia? Non è che non si sia impegnata, ma perché al 92' ha preso gol? Perché non c'era partecipazione emotiva. Se questa è presente almeno un giocatore riesce a fare cinque metri in più. Se applichi il discorso a tutti i giocatori, la squadra avversaria non si muove. Questo non deriva solo dai tifosi, ma anche dalle tue idee e da quello che provi negli allenamenti. L'Italia ha vinto l'Europeo, non dobbiamo dimenticarlo. La mia esperienza mi dice che l'Empoli va a vincere con la Juventus perché i bianconeri non sono partecipi da un punto di vista emotivo, stessa cosa per l'Osasuna che vince col Real Madrid. Se succede questo, può capitare che ci siano serate e delusioni come quella che per tutti noi italiani è sopraggiunta"

- 26 mar

"Queste partite devono dire chi siamo, senza misurare parole o situazioni, cercando di portare il Palermo più in alto possibile. La reazione dei giocatori c'è stata, i ragazzi si sono dati da fare. Quando alleno sono abbastanza esigente, magari a volte esagero, però sono sempre stimoli che cerco di dare e la squadra risponde. Non sono giocatori menefreghisti, loro rispondono"

- 26 mar

"Abbiamo avuto un confronto con la squadra, ho dovuto fargli capire che se vogliamo andare in Serie B non possiamo più nasconderci. Io ho cercato, in una partita che abbiamo pareggiato, di andare giù duro per far capire che non potevamo essere contenti. Se nello spogliatoio senti che abbiamo fatto una bella rimonta avendo una bella reazione può essere peggio di una sconfitta. È sempre un risultato positivo, ma il Palermo deve giocare per andare in Serie B, non solo per fare un buon campionato. Bisogna avere il coraggio di assumersi delle responsabilità, senza difendere l'ipocrisia, ma questo i giocatori lo sanno. Con loro ho un bel feeling, sanno che parlo con tutti e dò la possibilità di giocare, senza mettere da parte nessuno"

- 26 mar

"Se arrivi tra le prime tre hai un grande vantaggio, ma dipende anche dalla condizione con cui arrivi ai playoff. I ragazzi che ho bacchettato si sono dati da fare, dando una svolta alle loro prestazioni. Non puoi sempre andare a mille, ma devi essere bravo ad interpretare la gara, accelerando e rallentando. Quando non hai la palla però non puoi essere passivo, perché basta un episodio per subire. Puoi ripartire anche se la palla ce l'hai tu, portando la squadra avversaria nella tua metà campo ed essendo bravo a prenderli in contropiede. Spesso non siamo riusciti a fare questo, ma contro la Juve Stabia, forse per timore di subire o forse perché erano in 10, sono riusciti ad applicarsi meglio a questo aspetto"

- 26 mar

"Bisogna rispondere domani sul campo, ma i ragazzi si sono allenati bene. L'allenamento la squadra l'ha sempre fatto, da 1 a 10, sempre da 7 a 9. Sono sempre rimasti su questo range qui. Il mio sfogo non nasce dalla sconfitta, ma dal risultato morale. In quel momento non volevo giustificare la squadra che era contenta di aver raggiunto il pari a Potenza. Più di dare loro tutto me stesso non posso fare, se questo serve o no non saprei, ma nella mia coscienza so che ho messo tutto me stesso per far fare alla squadra un gran campionato"

- 26 mar

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER BALDINI

- 26 mar

Alle ore 17:30 circa, l'allenatore del Palermo Silvio Baldini interverrà in conferenza stampa: dichiarazioni live su Mediagol.it