UEFA, Ceferin: “Coppe europee da terminare entro il 3 agosto. Ecco come potremmo giocare”

UEFA, Ceferin: “Coppe europee da terminare entro il 3 agosto. Ecco come potremmo giocare”

Le dichiarazioni rilasciate dal presidente della UEFA, Aleksander Ceferin, in merito al futuro delle Coppe europee a fronte dell’emergenza Coronavirus

Parla Aleksander Ceferin.

L’emergenza COVID-19 si è diffusa in tutta Europa, mettendo in ginocchio diversi paesi. I diversi Governi hanno, di volta in volta, emesso dei provvedimenti per contrastare la diffusione del virus, causando blocchi in numerosi settori. Il mondo del calcio, tra tanti, sta subendo gravi conseguenze: ormai, infatti, quasi tutti i campionati sono stati sospesi fino a data da destinarsi, così come le Coppe europee e l’Europeo in programma in estate, che è stato rinviato all’anno prossimo.

Il presidente dell’UEFA, nel corso di un’intervista rilasciata all’emittente tedesca ZDF, ha parlato di tempistiche e modalità con cui termineranno le Coppe europee: “Il 3 agosto tutto deve essere finito, sia in Champions che in Europa League. La situazione è straordinaria. Possiamo giocare nelle stesse date dei campionati locali, agli stessi orari; dobbiamo essere flessibili. Se la crisi si ferma, inizieremo prima. Si può giocare con il sistema attuale o in gara secca col sorteggio della squadra che gioca in casa, o su un campo neutro. Per ora è solo un’ipotesi quella di giocare delle Final Eight o delle Final Four. L’unica decisione sbagliata sarebbe quella di giocare in un modo che metta in pericolo la salute di giocatori, tifosi, arbitri. Ma se ci sono le condizioni di sicurezza, non vedo alcun problemi“.

Coronavirus, Europa in astinenza da calcio: le tv si interessano ai diritti del campionato del Nicaragua

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy