Tottenham-Liverpool, Robertson: “Klopp ha cambiato l’identità di questo club”

Tottenham-Liverpool, Robertson: “Klopp ha cambiato l’identità di questo club”

Il terzino dei Reds ha parlato alla vigilia della sfida contro gli Spurs, valida per la finale di Champions League

Si accendono le luci del Wanda Metropolitano.

Sul campo del fantastico stadio dell’Atletico Madrid andrà in scena la sfida tra il Tottenham e il Liverpool, che sarà valida per la finale dell’edizione 2018/2019 della Champions League. Entrambi i club hanno avuto un cammino molto tortuoso in particolar modo in occasione delle semifinali, quando hanno battuto rispettivamente l’Ajax e il Barcellona con due incredibili rimonte.

Tra i protagonisti dei Reds vi sono certamente i due terzini, Trent Alexander-Arnold ed Andy Robertson, che in questa stagione hanno compiuto il definitivo salto di qualità elevandosi a due dei migliori giocatori in Europa nel loro ruolo.

Tottenham-Liverpool, Alexander-Arnold: “Ci siamo preparati al meglio, sarà una battaglia”

Intervenuto nella consueta conferenza stampa pre gara, il terzino sinistro dei Reds ha espresso la sua voglia di battere gli Spurs e conquistare il trofeo più prestigioso dell’intero palcoscenico europeo: “Entrambe le squadre dovranno adeguarsi al caldo spagnolo. Le condizioni sono le stesse per noi e per il Tottenham, non è la prima volta che giochiamo con il caldo. Non credo che siano sfavoriti. In Premier League è stata sempre durissima contro di loro e ci possono creare dei problemi. Ma anche noi siamo pericolosi e forse sarà la forma di giornata a decidere questa finale. Pressione? Giocare per un club come il Liverpool mette un po’ di pressione, abbiamo tifosi in tutto il mondo e vogliamo regalare loro una grande soddisfazione. Speriamo domani di riuscirci. In estate sono arrivati giocatori importanti. Molti di noi però hanno giocato anche la finale di Kiev e cercheremo di usare l’esperienza maturata in quell’occasione. Klopp? Da quando è arrivato, il nostro allenatore ha cambiato l’identità di questo club e ora lo vogliamo ringraziare con un trofeo. Ma non giochiamo solo per lui, giochiamo anche per crescere ulteriormente e per fare felici i nostri tifosi e tutti quelli che lavorano a Melwood. Pochettino è stato in grado di far crescere il Tottenham alla grande. Moura è stato un eroe contro l’Ajax, è un giocatore fantastico che abbiamo già affrontato e che cercheremo di frenare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy