Slavia Praga-Inter, Lukaku in tackle sui cori razzisti: “Adesso basta, la Uefa intervenga. Al gol di Lautaro…”

Slavia Praga-Inter, Lukaku in tackle sui cori razzisti: “Adesso basta, la Uefa intervenga. Al gol di Lautaro…”

Le parole dell’attaccante nerazzurro, Romelu Lukaku, sui cori razzisti perpetrati durante la sfida Slavia Praga-Inter da un gruppo di tifosi cechi ai danni del belga e del compagno di reparto Lautaro Martinez

Romelu Lukaku torna sul delicato tema relativo al razzismo negli stadi.

Non smette di stupire l’Inter di Antonio Conte. Soffre e vince la formazione meneghina, capace di imporsi sullo Slavia Praga con il risultato di 1-3, nella quinta giornata della fase a gironi di Champions League. Tanti gol ed emozioni della sfida del “Sinobo Stadium” in cui, per ben due volte, i nerazzurri si sono visti annullare due reti di Lukaku dal VAR per fuorigioco. A fare discutere, nel post partita, è il gesto di Lukaku  in occasione del quarto gol, poi annullato solo qualche istante dopo. Il giocatore infatti si era portato la mano all’orecchio guardando verso gli spalti. Un’esultanza spiegata dallo stesso Lukaku durante un’intervista nel post partita concessa ai microfoni di “Esporte Interativo”. 

“L’ho detto l’ultima volta in cui ero con la Nazionale belga, la Uefa deve fare qualcosa per risolvere questo problema perché situazioni del genere in uno stadio non sono giuste. Durante la partita mi è successo due volte e non va bene che accada. Siamo nel 2019, ci sono molti giocatori di diverse nazionalità nelle squadre e quando allo stadio vanno persone che per me si comportano in modo sbagliato loro rappresentano un esempio negativo per i bambini. Spero che ora la Uefa faccia qualcosa, perché tutto lo stadio si è comportato così dopo il primo gol di Lautaro e questo non è un bene per la gente che guarda la partita”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy