Real Madrid, Mijatovic ripensa alla Juventus: “Gol in finale? Ero in posizione regolare, gli italiani abituati a protestare”

Real Madrid, Mijatovic ripensa alla Juventus: “Gol in finale? Ero in posizione regolare, gli italiani abituati a protestare”

L’ex calciatore montenegrino ha indossato la maglia dei blancos dal 1996 al 1999 e grazie a una sua rete firmato la finale di Champions League del 1998

Predrag Mijatovic torna indietro nel tempo.

Serie A, Malagò: “Tifo per la ripresa, ma serve piano B. Indispensabile una riforma, svelo perché”

L’ex attaccante montenegrino ha vestito la maglia del Real Madrid dal 1996 al 1999 con cui ha vinto una Champions League, superando per 1-0 la Juventus grazie a una sua rete contestata a causa di un possibile fuorigioco. L’ex anche della Fiorentina, attraverso le colonne di Marca, si è soffermato sulla sfida tra i blancos e i bianconeri del 1998.

VIDEO Inter, lo scudetto a tavolino e lo sfottò di Materazzi alla Juventus: “Rivolete anche la Champions League?”

“È normale, chi perde ha il diritto di essere arrabbiato, ma la situazione per me è molto chiara. Dico sempre che non è fuorigioco e lo si capisce anche dalla reazione dei giocatori della Juve. Noi che abbiamo giocato tante partite contro squadre italiane, sappiamo come sono fatti, protestano per ogni cosa, chiedono il fuorigioco anche quando non c’è. Allora nessuno alzò la mano per chiedere il fuorigioco. Ad un certo punto qualcuno, penso Pessotto, si rivolge all’arbitro e in quel preciso momento si rende conto che la rete è regolare. È vero che non c’è un’immagine chiara, ma sono convinto della bontà della mia posizione. Lo sono io, lo siamo noi, lo sono loro e anche l’arbitro. Nessuno protestò, per me la chiave è questa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy