Manchester Utd-Juventus, Mourinho: “Bianconeri candidati alla vittoria della Champions, CR7 mostruoso”. E sul Chelsea…

Lo ‘Special One’ è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions contro i bianconeri

Tottenham

Martedì sera la Juventus farà visita al Manchester United di Josè Mourinho.

Ci sarà il ritorno a ‘Old Trafford’ di Cristiano Ronaldo che si rese protagonista nel suo vecchio stadio qualche tempo fa con la maglia del Real Madrid. Il match tra i Red Devils e i bianconeri sarà un banco di prova importante proprio per la compagine di Massimiliano Allegri, che vorrà dimostrare la propria forza e mettere al sicuro il primato del girone. In vista proprio del big match di domani sera, è intervenuto in conferenza stampa Josè Mourinho.

“CR7? È a un livello in cui non ha bisogno che parli di lui, è uno dei migliori giocatori al mondo e nessuno può dire altrimenti. La nostra forma l’abbiamo dimostrata nelle ultime due partite, abbiamo dimostrato come vogliamo giocare e vogliamo provare a farlo ancora. Contro il Chelsea, da un lato siamo stati tutti contenti della prestazione, dall’altro siamo stati tutti scontenti del risultato. Quindi è stato un po’ contraddittorio: dobbiamo tirare fuori il meglio da entrambe le cose. Guadagnare fiducia dalla felicità, e usare la rabbia per motivarci e giocare ancora meglio. Giocheremo contro una squadra che ha vinto tanto in Italia, è questo che mi motiva. Quando dici a parte Ronaldo sembra che intendi poco. A parte Ronaldo ha Bonucci. A parte Bonucci ha Cancelo. A parte Cancelo ha Emre Can: a tal proposito, speriamo che torni a giocare presto e non sia niente di grave. La Juve ha tanto e ha un anno di esperienza in più, con lo stesso allenatore e la stessa struttura. È candidata a vincere la Champions da cinque anni, ha fatto due finali e ha vinto sette scudetti di fila. Ha un giocatore che la differenza, è più di una candidata alla vittoria finale”.

Lo Special One prima di chiudere la conferenza stampa è anche tornato sull’episodio di ‘Stamford Bridge’ che lo ha visto coinvolto nel pomeriggio di sabato. Il braccio destro di Maurizio Sarri, Marco Ianni, ha esagerato con l’esultanza gli dopo la rete del pari dei Blues messa a segno da Barkley nei minuti di recupero, salvo poi scusarsi negli spogliatoi.

“Voglio ringraziare Sarri per la sua onestà, voglio ringraziare anche il Chelsea per la sua onestà. Però non sono contento che ci vadano pesante con questo ragazzo (Marco Ianni, ndr): ha fatto un errore, ma non penso che debba essere licenziato. Non devono distruggere la carriera di un ragazzo che potrebbe essere un grande allenatore. Per me la storia è finita quando mi ha chiesto scusa, ma non voglio che le cose cambino per lui. Tutti fanno degli errori e spero che lui continui a lavorare col Chelsea”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy