Manchester City-PSG, Guardiola: “Vogliamo la finale, alla squadra chiedo soltanto una cosa”

Ecco le dichiarazioni del tecnico dei ‘citizens’

Champions League

In questi tipi di sfide bisogna imporre il proprio gioco senza paura.

Queste le dichiarazioni rilasciate da Pep Guardiola, tecnico del Manchester City intervenuto alla vigilia della sfida di Champions League contro il PSG. Nella canonica conferenza stampa organizzata dalla UEFA, l’allenatore catalano ha fatto il punto sulla super sfida che si giocherà sul rettangolo verde dell’ Etihad Stadium, analizzando il match sotto molteplici punti di vista. Una sfida che non dovrebbe prevedere alcuna esclusioni di colpi, considerata sia la posta in palio che il margine tecnico – altrettanto considerevole – di entrambe le formazioni.

Udinese-Juventus, Pirlo: “Vincere la Coppa Italia ed andare in Champions League. CR7..”

champions league

VIDEO Everton, Ancelotti e la Champions League: “Siamo in lotta. Allan? Rispondo così”

Ecco le parole di Guardiola, che ha sottolineato in particolare anche la potenza offensiva straordinaria dei parigini, concentrata nei piedi e nelle giocate di Neymar Kylian Mbappè:“Il Psg è una squadra straordinaria e potrebbe ribaltare il risultato. Per noi ci sono gli stessi pericoli dell’andata, loro possono cambiare modulo, il loro allenatore è molto intelligente e non so cosa farà. Ma allo stesso tempo sono consapevole di quanto possiamo essere bravi noi. Domani dobbiamo scendere in campo con lo spirito dell’andata, e in fondo non è complicato. La voglia di arrivare in finale c’è, dobbiamo rimanere concentrati su noi stessi, restare uniti nei momenti difficili, soffrire insieme. Dovremo cercare il più possibile di imporre il nostro gioco. Bisognerà difendere bene, essere pazienti e cercare di segnare. Mbappè? Giocherà ed è un bene per il calcio e per lo spettacolo di questo match. Neymar e Mbappé male all’andata? Non è vero. I giudizi spesso dipendono dal risultato, ma per me hanno ribadito le loro qualità. Dovremo essere bravi noi del City a controllarli e limitare i pericoli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy