Juventus-Atletico Madrid, la ricetta di Albertini: “Mai smettere di crederci, ecco come passare il turno”

Le dichiarazioni dell’ex calciatore, Demetrio Albertini, a poche ore da Juventus-Atletico Madrid

Tra poche ore sarà Juventus-Atletico Madrid.

La serata più attesa dai tifosi bianconeri è finalmente arrivata: i bianconeri ospitano gli spagnoli all’Allianz Stadium di Torino nel ritorno degli ottavi di Champions League, dove bisognerà a tutti i costi ribaltare il risultato dopo il pesante 2-0 subito nella gara d’andata al “Wanda Metropolitano” di Madrid .

A suonare la carica, in vista della partita che dovrà segnare la resurrezione del sogno europeo per gli uomini di Massimiliano Allegri, decisi a scendere in campo per regalare al proprio pubblico la prestazione dell’anno, l’ex centrocampista Demetrio Albertini, che intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, ha incitato e caricato i bianconeri: “Amo talmente questo sport da pensare che ci sia sempre una possibilità per ribaltare una partita, anche in situazioni più difficili di quella che si presenta davanti alla Juventus. È proprio questo il bello del calcio. E poi c’è un detto, proprio dell’Atletico Madrid, che dice “Mai smettere di crederci”.

“Questa volta il motto della mia ex squadra vale per la Juventus – ha aggiunto l’ex vicecampione del mondo con gli Stati Uniti nel 199  e vicecampione d’Europa con Belgio-Paesi Bassi nel 2000 –, che nella storia recente della Champions League ha sbagliato più spesso la partita di andata che quella di ritorno. Anche con Real Madrid e Bayern Monaco è andata vicino alla qualificazione. Da calciatore, immagino come vivranno queste ore i giocatori: un campione si avvicina a queste partite così importanti con la convinzione di potercela fare. Del resto, gli ultimi anni dicono che la Juventus, come l’Atletico Madrid, ha davvero pochissimi limiti – ha concluso Albertini –“. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy