Inter, Zanetti: “Girone impegnativo, ma siamo tosti quanto le avversarie”. E su Icardi…

Inter, Zanetti: “Girone impegnativo, ma siamo tosti quanto le avversarie”. E su Icardi…

Le dichiarazioni rilasciate dal vicepresidente nerazzurro Javier Zanetti al termine dei sorteggi dei gironi di Champions League

Zanetti

Girone di ferro per l’Inter.

Il sorteggio della fase a girone di Champions League non è stato favorevole per i nerazzurri, che sono stati inseriti nel gruppo F. Gli uomini di Antonio Conte dovranno fare i conti con Barcellona Borussia Dortmund per conquistare un posto agli ottavi di finale. Insieme alle tre big, anche lo Slavia Praga, che tenterà di tendere loro delle insidie.

Champions League, ecco i gironi: Juventus e Napoli con Atletico e Liverpool, Inter girone di ferro, l’Atalanta…

Il vicepresidente nerazzurro Javier Zanetti, intervenuto ai microfoni dei giornalisti dal Grimaldi Forum di Montecarlo, ha commentato l’esito dei sorteggi: “È un girone impegnativo, con grandi squadre, però è normale quando partecipi alla Champions League. Ci prepareremo al meglio. Il girone può sembrare simile a quello dello scorso anno. Lì ci è mancato poco, speriamo che quest’anno vada in modo diverso. Poi dagli ottavi inizia un’altra competizione, ma il primo obiettivo è qualificarsi. Torneremo a Barcellona. Una squadra che conosciamo bene, sappiamo che tipo di squadra è. Però la prepareremo come l’abbiamo sempre preparata. Messi lo conosco bene, è un amico. E Neymar è un altro fuoriclasse, però alla fine decide il campo. È una squadra straordinaria, che ha sempre l’obiettivo di vincere la Champions League, noi abbiamo i presupposti per fare un grande cammino. Il Borussia Dortmund è una squadra di tecnica e personalità, tosta. Però anche noi siamo tosti: abbiamo un gruppo di ragazzi compatti, ci sono i presupposti per fare una Champions League come si deve”.

Intanto, la società sta cercando di ultimare le rifiniture sul mercato, in accordo alle volontà del tecnico Antonio Conte. Ancora in dubbio, in particolare, il futuro di Mauro Icardi: “Io credo che la carriera di Conte parli da sola. Ha portato mentalità, entusiasmo, esperienza. Riesce a trasmettere il suo modo di vivere il calcio ai ragazzi, stiamo costruendo una squadra che possa tornare a essere protagonista. Sul mercato credo che Marotta e Ausilio stiano facendo delle grandi cose e stanno lavorando per farci tornare protagonisti. Con Icardi la società è stata molto chiara, adesso stiamo aspettando la fine del mercato. Quando il mercato sarà finito, spero che si sarà trovata una soluzione che vada bene a entrambi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy