Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Catanzaro, Vivarini avverte i suoi: “Vibonese? Vietato abbassare l’intensità”

Catanzaro, Vivarini avverte i suoi: “Vibonese? Vietato abbassare l’intensità”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Catanzaro dopo la vittoria conquistata contro il Campobasso

Mediagol ⚽️

Tre a zero. E' questo il risultato finale maturato sabato pomeriggio allo Stadio "Nicola Ceravolo". Una vittoria, quella conquistata dal Catanzaro ai danni del Campobasso, ottenuto grazie alla doppietta di Pietro Iemmello e al gol realizzato da Francesco Bombagi. Un successo che ha permesso ai calabresi di volare al secondo posto della classifica del Girone C di Serie C, a +1 dal Palermo di Silvio Baldini.

"Le partite vanno anche a seconda dell'avversario. Il Campobasso è riuscito a fare un campionato guadagnando la salvezza giocando a calcio. Loro ci creavano dei problemi sulle aggressioni. Molto merito è loro perché quando erano lucidi e freschi ci pressavano con i tempi giusti - ha dichiarato Vincenzo Vivarini, intervenuto in conferenza stampa al termine della sfida valevole per la penultima giornata della regular season -. Potevamo fare gol anche prima del rigore. E' stata una partita combattuta contro una squadra organizzata anche nella fase del possesso palla. Non abbiamo preso gol contro una squadra che porta sette uomini in area di rigore. Noi dovevamo alzare molto di più l’intensità. Dovevamo essere molto attenti a non far partire le azioni loro. Volevo un po’ più di aggressività", le sue parole.

LE SCELTE -"Quando vinco difficilmente cambio squadra. Doveva giocare Gatti ma c’era da ragionare sulla gestione dei cartellini. Non dovevamo rischiare con la Vibonese con ammonizioni che potessero compromettere i playoff. Gli attaccanti sono quattro e giocano in due. Qualcuno può perdere in fiducia. Iemmello ci sta ripagando. Rispetto a Foggia c’era un po’ meno di quella rabbia e cattiveria agonistica indispensabile per fare risultato. Io ne approfitto per fare auguri di buona Pasqua a tutti i tifosi. Quando torniamo dobbiamo non pensare ad una gara contro una squadra retrocessa. Se abbassiamo l’intensità e l’attenzione possiamo rischiare", ha concluso il tecnico del Catanzaro.

tutte le notizie di