Virtus Francavilla-Catania, Raffaele: “Partita delicata, ecco cosa chiedo alla squadra”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Catania

catania

Parola a Giuseppe Raffaele.

Il tecnico del Catania, come riportato dall’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’, si è espresso in vista della sfida contro la Virtus Francavilla, in programma domenica pomeriggio allo Stadio “Giovanni Paolo II”. Dopo le vittorie conquistate contro Monopoli e Juve Stabia, la compagine etnea proverà a centrare il terzo successo consecutivo contro una squadra che fin qui ha collezionato appena un punto contro la Vibonese. Poi, tre le sconfitte in questo avvio di campionato contro Bari, Turris e Juve Stabia.

“Il Francavilla ha disputato un inizio di campionato non all’altezza del proprio potenziale, proprio per questo ho messo in guardia i miei giocatori. Sarà un confronto molto delicato e duro da gestire con intelligenza e vigore. Non dobbiamo dare spazi. Abbiamo lavorato sodo concentrandoci solo su quello che dovremo sostenere durante i 90’. Cominciano gli impegni continui, non ci sarà spazio per respirare, servirà una squadra che abbia gamba e temperamento. Non è una questione di schemi, ma di atteggiamento. Avere Maldonado a disposizione mi darà la possibilità di applicare più schemi, qualcuno diverso rispetto a quelli precedenti”, sono state le sue parole.

“Pinto non sarà tra i convocati? Una scelta dettata dalla precauzione. Il ragazzo è stato recuperato del tutto, ma ci aspettano tante partite nel giro di pochi giorni e voglio che rientri al cento per cento. Il portiere? Non ci sono gerarchie precise, le scelte sono dettate dallo stato di forma di tutti i calciatori. Tifosi? A Francavilla ci sarà una presenza minima di pubblico locale, io spero che prima o poi il Massimino possa riaprire totalmente, ma anche avere al fianco mille spettatori è importante. Meglio che niente”, ha concluso Raffaele.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy