Palermo-Catania, scelte e dubbi di Raffaele: l’attacco è ancora al digiuno. Tonucci…

Le ultime novità di formazione in casa Catania

Dubbi in difesa e un attacco ancora a secco.

Si potrebbe riassumere in questo modo l’attuale situazione del Catania alla vigilia del derby contro il Palermo. Il tecnico Giuseppe Raffaele ha cercato di risollevare il gruppo dopo le due sconfitte di fila che hanno tolto un po’ di morale ad una squadra che aveva iniziato bene la stagione. “Schieramento a 3 o a 4, questo è il primo dubbio amletico del tecnico etneo, che
giocò a 4 contro la Ternana e finì male”, scrive l’edizione odierna del “Giornale di Sicilia”. In mezzo al campo, inoltre, “c’è da mettere Maldonado nelle condizioni migliori per esprimere le sue qualità tecniche e balistiche, sgravandolo da compiti di copertura”.

Un reparto che continua a soffrire è, invece, quello avanzato, ancora a digiuno. Con Reginaldo non ancora al top della condizione, le scelte per Raffaele sono quasi obbligate. Potrebbe essere Pecorino a far coppia in avanti con Emmausso, se Sarao non dovesse essere disponibile. Ma non solo; il coach ex Potenza starebbe valutando anche l’impiego di Reginaldo, “che nelle gambe non ha i 90 minuti, ma è capace di fare reparto da solo e potrebbe mettere in campo la sua esperienza negli ultimi 20-25 minuti se fosse necessario”, si legge.

Inoltre, secondo quanto riportato da “La Sicilia”, il difensore Denis Tonucci potrebbe essere schierato a sorpresa dal primo minuto in occasione del derby di Sicilia. Il centrale si sarebbe allenato ieri con i compagni di squadra per gran parte della seduta. Un’ottima notizia per Raffaele, che ritroverebbe uno dei leader tecnici e carismatici della squadra, che in sfide come quella di lunedì possono fare la differenza. Decisiva, in tal senso, sarà la rifinitura di oggi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy