Catania-Siracusa 3-1: l’ultimo acuto?

Il Catania vince e strappa un sorriso ad un Massimino meno silenzioso del solito e in attesa dell’esito della corsa play off

Catania 4-2-3-1: Pisseri, Djordjevic, Marchese, Gil (De Rossi), Parisi, Bucolo, Scoppa, Manneh (Baldanzeddu), Mazzarani, Di Grazia, Pozzebon (Barisic) A disp.: Spataro, De Rossi, Mbodj, Di Stefano, Rizzo, Maccioni, Russotto, Tavares

Siracusa 4-4-2: Santurro, Brumat, Cossentino, Turati, Malerba (Dentice), Palermo, Spinelli (Longoni), De Silvestro, Valente (Azzi), Catania, Scardina A disp.: Gagliardini, Diakitè, Sciannamè, Toscano, Giordano, Russo, Dezai, Persamo

Marcatori: 14′ Mazzarani, 45′ Di Grazia, 51′ Gil, 78′ Scardina

Ammoniti: Malerba, Pozzebon, Parisi, Brumat, Cossentino

Il Catania si aggiudica la sfida contro il Siracusa con un rotondo 3-1 frutto di grinta e determinazione. Primo tempo intenso con entrambe le squadre decise a mettere la partita sui binari favorevoli. A pungere per primo è il Catania che sblocca il parziale al quattordicesimo minuto grazie a Mazzarani che si incunea in area di rigore e con il destro in diagonale non lascia scampo a Santurro. Sul finire della prima frazione arriva anche il raddoppio firmato da Di Grazia che conclude di potenza su un preciso assist dalla trequarti. Nella ripresa il copione non cambia ed è Gil a sfruttare un’indecisione difensiva del Siracusa e a firmare da pochi passi la rete del 3-0. Nel finale arriva il gol della bandiera degli ospiti firmato da Scardina che di testa, su calcio d’angolo, trova l’incornata giusta per superare Pisseri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy