Catania, Sigi rassicura Tacopina: “Vogliamo cedere ma è stato poco carino divulgare alcuni particolari. I debiti a carico nostro”

La risposta di Sigi, dopo la nota rilasciata dall’italoamericano Tacopina sull’affare Catania

catania

Le rassicurazioni di Sigi, dopo la frustrazione di Joe Tacopina

catania

Un passaggio di proprietà e delle firme che sembravano ormai cosa fatta, nulla di tutto questo invece si è ancora concretizzato in casa Catania. Un velo di incertezza sempre più consistente sta avvolgendo l’ambiente rossoazzurro, con diverse preoccupazioni che stanno destando innumerevoli sospetti in supporters e addetti ai lavori. Dopo le perplessità sollevate nei giorni scorsi dall’avvocato italoamericano Joe Tacopina, nelle scorse ore è arrivata la risposta da parte di Sigi, attuale proprietà del Catania, attraverso le pagine de La Gazzetta dello Sport.

A parlare l’avvocato Giovanni Ferraù.

“L’altro pomeriggio (martedì, ndr) abbiamo ricevuto l’ultima stesura del preliminare da parte degli avvocati di Tacopina e dobbiamo leggerlo con tutti i soci della cordata . La nostra intenzione è cedere il Catania a un investitore che ha possibilità di livello ma non è stato carino rendere pubblici i particolari dell’accordo. Sigi, lo ripeto, ha l’intenzione di cedere ma che sia chiaro: non c’è una parte debole e una forte, la dignità va tutelata, non vogliamo essere trattati da persone di Serie B. L’uscita di Tacopina è dettata dal suo comportamento focoso, ma abbiamo detto chiaramente all’avvocato americano che ogni debito dovesse emergere, sarebbe a carico della nostra cordata pur non avendo responsabilità alcuna”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy