Catania-Reggina 4-1: rossazzurra devastanti ed autoritari

Catania-Reggina 4-1: rossazzurra devastanti ed autoritari

Catania (4-3-1-2): Pisseri; Calapai, Aya, Silvestri, Marchese; Bucolo (Carriero 73′), Biagianti, Rizzo (Angiulli 85′); Sarno (Llama 73′); Marotta (Manneh 84′), Di Piazza (Curiale 74′). A disp: Bardini, Lovric, Baraye, Valeau, Lodi, Liguori, Brodic. All: Sottil A.

Reggina (3-5-2): Confente; Conson, Gasparetto, Solini; Salandria, Zibert (Marino 62′), De Falco, Strambelli (Ungaro 62′), Procopio (Baclet 45′); Bellomo (Tulissi 71′), Doumbia (Martiniello 71′). A disp: Farroni, Vidovsek, Ciavattini, Redolfi, Pogliano, Seminara, Sandomenico. All: Cevoli R.

Marcatori: 16′ Sarno; 18′ Salandria; 36′ aut. Gasparetto; 57′ Di Piazza; 80′ Marotta

Ammoniti: Sarno, Curiale; Strambelli, De Falco, Tulissi

Il Catania più bello della stagione nel momento più delicato rifila quattro reti alla Reggina conquistando con merito il passaggio del turno. Uno strepitoso Sarno, l’autorete di Gasparetto, il piattone di Di Piazza ed il tap in di Marotta confezionano un passaggio del turno, ma soprattutto una prestazione perfetta, frutto del 4-3-1-2 ma soprattutto di un atteggiamento propositivo ed autoritario. Vano il gol di Salandria per una Reggina poco concreta ed impotente davanti alla determinazione rossazzurra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy