Catania-Reggina 1-0: le pagelle del match

Catania vincente grazie ad una papera di Confente, ma autore di una prestazione altalenante fra un primo tempo positivo e secondo tempo un po’ troppo confusionario. Ecco le pagelle della nostra redazione:

 

Pisseri s.v.

Ciancio 6 – Primo tempo molto positivo con tanta spinta e voglia di rendersi pericoloso. Non riesce però a trasformare la volontà in cross o giocate di un certo livello

Silvestri 6,5 – Attenzione e lucidità, un po’ meno preciso nella ripresa

Aya 6,5 – Tiene bene sulle incursioni avversarie. Nel secondo tempo deve fronteggiare la velecitá avversaria , ma ne esce vittorioso

Scaglia 6,5 – Tulissi è una spina nel fianco che l’ex Parma riesce a contenere con disinvoltura. Bene anche in fase offensiva. Rischia di siglare il gol dell’anno con una conclusione volante su calcio d’angolo, ma il portiere avversario gli nega la gloria

Baraye s.v.

Rizzo 7 – Ancora una volta fra i migliori grazie alla sua tempra e determinazione. Tantissimo lavoro sporco

Biagianti 6 – Una rete splendida annullata per un fallo precedente sul portiere. Poi tanta presenza in mezzo al campo

Barisic 5 – Ha il merito di farsi trovare nel posto giusto, ma sbaglia letteralmente tutto. Scelte ed esecuzioni che fanno storcere il naso, soprattutto per un giocatore sempre in rampa di lancio ma mai convincente

Lodi 6 – Partita altalenante per il numero dieci che nel primo tempo si fa vedere bene fra le linee nonostante qualche errore in appoggio, mentre nella ripresa scompare lentamente. Nel 4-4-2 in versione centrocampista centrale non ha convinto

Manneh 5,5 – Il suo ingresso non cambia la partita. Quando non ha campo per esprimere la sua corsa sembra perdersi in un bicchier d’acqua

Vassallo 7 – Mezzo punto di incoraggiamento per un ragazzo che piano piano sta dimostrando il suo valore. Il più intraprendente nel primo tempo con triangolazioni e tentativi di uno contro uno. Deve crescere, ma sembra l’elemento con maggiore margine di miglioramento

Marotta 6 – Sbaglia due gol facilissimi e non è la prima volta in stagione, ma alla fine è nel punto giusto e nel momento giusto per far esplodere il Massimino. Si danna e lavora per la squadra, ma serve più precisione in area avversaria

Curiale 6 – Il voto è il frutto del secondo tempo di tutta la squadra. Entra con tanta voglia di fare, ma arrivano pochi palloni giocabili

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy