Catania, Pellegrino: “Malumori tra i tifosi? Rispondo così. Finora noi sempre in emergenza”

Le dichiarazioni rilasciate dal direttore dell’area sportiva del Catania

Uno a zero. E’ questo il risultato finale maturato domenica 15 novembre fra le mura dello Stadio “Gaetano Bonolis”.

Una sconfitta, quella patita dal Catania di Giuseppe Raffaele contro il Teramo, che non è certamente passata inosservata dopo la prestazione tutt’altro che positiva offerta dalla compagine etnea in occasione del derby di Sicilia contro il Palermo. Tra i tifosi rossazzurri c’è preoccupazione.

“Nella mia carriera ho sempre accettato le critiche, soprattutto quelle costruttive e anche io mi sarei aspettato qualcosa di più e in futuro mi aspetto molto di più, ma il nostro tecnico finora non è mai riuscito a schierare la formazione base costretto a tamponare certe situazioni e poi guardiamo anche qualche aspetto positivo”. Lo ha dichiarato il direttore dell’area sportiva del Catania Calcio, Maurizio Pellegrino, intervistato ai microfoni de ‘La Sicilia’.

“Se mi riferisco al secondo tempo di Teramo? È uno dei tanti perché dobbiamo tenere presente che il calendario e la stessa emergenza covid non ci hanno aiutato per niente. Se non sbaglio abbiamo affrontato le squadre più forti del girone che hanno speso molto più di noi e hanno diversi ricambi, noi ci siamo mossi nel limite delle nostre possibilità salvando innanzitutto matricola e categoria. Qualcuno fatica a carburare, ma sul piano dell’impegno la squadra non si tira indietro. Io ci credo pur sottolineando che questa per noi sarà una stagione di transazione con la speranza di regalare qualche soddisfazione inaspettata. I ragazzi lo sanno che devono subito allontanarsi dalla zona play out, non è da Catania e io sono fiducioso perché a Teramo ho visto un Catania che fino all’ultimo ha cercato il pareggio assediando l’area avversaria”, ha concluso Pellegrino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy